Sicurezza al completo per Symantec

Si avvicina il rilascio delle soluzioni di gestione delle policy ereditate da BindView.

Fonti americane danno prossima al debutto la nuova offerta di Symantec in materia di gestione delle funzionalità di sicurezza. Si tratterebbe del precipitato dell'acquisizione di BindView, operata dal colosso della data protection lo scorso ottobre per oltre 200 milioni di dollari.


Le soluzioni dell'acquisita stanno per essere proposte come Policy Manager e Compliance Manager, e integrate nel complesso d'offerta, facendo evolvere il contesto dell'Enterprise Securtity Manager (Esm), ovvero l'architettura di gestione della sicurezza basata su agent, per il monitoraggio, la gestione e la reportistica dello stato delle macchine su una rete. Punto a favore di Esm: l'agent consente in qualsiasi momento di verificare la sicurezza del dispositivo in rete. Punto di debolezza: deve essere installato.


L'evoluzione in senso BindView dell'offerta Symantec sta proprio nel funzionamento “agentless” dell'architettura di sicurezza, basato invece sul sistema a credenziali di accesso, migliori per le tattiche di automatizzazione della sicurezza e di gestione dell'adeguatezza dei comportamenti degli utenti di rete alle politiche impostate dai gestori della stessa.


L'innovazione, però, non è dogmatica: con il rilascio dei nuovi strumenti Symantec offrirà la compliance alla sicurezza sia basata su agent (Esm) sia priva (BindView), lasciando agli utenti la decisione su quale metodologia è meglio per la propria struttura. Oltretutto, una metodologia non per forza esclude l'altra. La valutazione, pertanto, sarà prettamente economica (c'è chi, in passato, ha rilevato la dispendiositaà dell'approccio basato su agent, da installare su qualsiasi dispositivo connesso in rete, invocando una struttura a credenziali di accesso).

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here