Sia, le mani su Ra

La società di servizi interbancari espande la propria offerta per la catena del valore finanziaria.

Sia, Società Interbancaria per l'Automazione, provider nazionale di servizi e soluzioni tecnologiche per il sistema bancario, acquisisce al 65% Ra Computer, spa specializzata nella creazione di prodotti back office in euro e divisa per il mercato bancario e di applicazioni Web per banche e Pa. L'operazione, che sarà perfezionata a luglio, prevede che il restante 35% rimanga ai soci fondatori.

L'acquisizione di Ra Computer (260 dipendenti), si inserisce nel piano industriale 2006-2008 di Sia, che prevede iniziative di crescita nelle aree bancarie a maggior sviluppo, come le applicazioni per i sistemi di pagamento, mercato che da noi è stimato sui 260 milioni di euro. L'operazione consente al Gruppo milanese di completare la propria offerta per la catena del valore del sistema finanziario, dalle soluzioni infrastrutturali a quelle applicative.

I mercati di riferimento della neoacquisita saranno le banche, le imprese e gli enti pubblici.

In particolare, verso le banche la società svilupperà un'offerta specifica di soluzioni finalizzate a gestire le innovazioni che saranno richieste Sepa (Single Euro Payment Area), la direttiva europea che prevede la creazione entro il 2010 di un'unica area di pagamenti in euro.

Sia e Ra integreranno le rispettive soluzioni in materia di corporate banking interbancario per rivolgersi al mercato delle imprese, e nel settore della pubblica amministrazione l'integrazione porterà all'ampliamento dell'attuale offerta di prodotti di gestione della tesoreria degli enti pubblici.

Renzo Vanetti, attuale Amministratore delegato di Sia, ne sarà il Presidente. Emilio Parravicini e Sergio Lorenzini, fondatori di Ra, saranno rispettivamente Vice Presidente e Amministratore Delegato.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here