Si placa l’onda delle dotcom

Da gennaio a oggi, negli Usa hanno chiuso i battenti già 130 società dotcom, secondo uno studio condotto dallo specialista Webmergers.com. Questo rallentamento della new economy ha causato anche circa 8mila licenziamenti. L’analisi rileva …

Da gennaio a oggi, negli Usa hanno chiuso i battenti
già 130 società dotcom, secondo uno studio condotto
dallo specialista Webmergers.com. Questo rallentamento
della new economy ha causato anche circa 8mila
licenziamenti. L'analisi rileva anche che il ritmo di
chiusure sta aumentando, con 21 realtà che hanno
spento le macchine questo mese e 22 nello scorso
ottobre. Webmergers.com ha rilevato come il 75% degli
abbandoni sia stato nell'area B2C (pets.com è uno dei
casi più noti fra quelli recenti). Le società con
specializzazione nell'e-commerce hanno pesato per il
60% del totale, mentre un 25% si è registrato fra i
proprietari di contenuti.
La ragione principale delle defezioni è la mancanza di
fondi, dopo l'esaurimento degli iniziali finanziamenti
generalmente ottenuti da venture capitalist. Secondo
Webmergers.com, c'è stata una sovrastima delle
potenzialità a breve termine dell'e-commerce, cui
corrisponde però una sottostima di quelle a lungo
termine.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here