Si chiude in utile il Q1 di Network Associates

Il vendor statunitense di software antivirus ha riportato utili per 15,8 milioni di dollari, rispetto ai 47,4 milioni di perdite nette registrate nell’esercizio precedente

In netta controtendenza rispetto al medesimo
periodo dell'esercizio precedente, Network Associates ha chiuso in positivo il
primo trimestre del nuovo anno fiscale. Escludendo i costi affrontati per
portare a termine l'acquisizione definitiva di McAfee.com, il produttore di
software antivirus statunitense ha chiuso il Q1 2002 con entrate nette per 15,8
milioni di dollari, o 10 centesimi per azione, rispetto ai 47,4 milioni di
perdite nette, o 35 centesimi per azione, registrate un anno fa. I profitti
proforma sono stati di 15,9 milioni di dollari, o 9 centesimi per azione,
rispetto ai 20,3 milioni di perdite proforma, o 14 centesimi per
azione, riportati nel medesimo periodo dell'esercizio precedente. Un
risultato, nell'insieme, estremamente significativo se si considera che i
guadagni medi attesi dagli analisti di Thomson Financial/First Call si
aggiravano intorno ai sette centesimi per azione.

E ora, per il secondo
trimestre in corso, Network Associates dice di attendersi guadagni tra gli 11 e
i 13 centesimi per azione, e ricavi netti compresi tra i 210 e i 220 milioni di
dollari. Includendo l'acquisizione di McAfee la società conta, inoltre, di
riportare un fatturato consolidato compreso tra i 230 e i 240 milioni di
dollari. Escludendo l'ultima acquisizione, per l'intero anno fiscale 2002, la
società ha alzato il tiro e ora parla di guadagni proforma compresi fra i 50 e i
55 centesimi per azione, mentre il fatturato dovrebbe raggiungere una quota
compresa tra gli 875 e i 900 milioni di dollari. Ma intanto Network Associates
resta, dallo scorso 26 marzo, indagata ufficialmente dalla Securities and
Exchange Commission statunitense per i risultati finanziari riferiti
all'esercizio 2000.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here