Si chiama Eon la strategia Ibm per il computing del futuro

Il nome in codice è Eon (Edge of the network), e indica la strategia che Ibm ha delineato per il futuro del personal computing. Un futuro non troppo remoto, dato che Big Blue conta di iniziare a rilasciare i primi prodotti già verso la pr …

Il nome in codice è Eon (Edge of the network), e indica la strategia che
Ibm ha delineato per il futuro del personal computing. Un futuro non troppo
remoto, dato che Big Blue conta di iniziare a rilasciare i primi prodotti
già verso la primavera del prossimo anno. A coronamento del piano, Ibm ha
anche intenzione di effettuare una revisione completa (incluso un
rebranding) della propria linea di desktop corporate, oltre a un ampio
rinnovamento dei portatili ThinkPad. In concreto, sotto il termine Eon si
raccoglieranno una serie di dispositivi facili da utilizzare e da collegare
a reti corporate e private, ottimizzati per diversi obiettivi, con varie
caratteristiche di forma e dimensioni, e personalizzati a seconda delle
necessità applicative. Le nuove macchine saranno "ottimizzate per l'utente
finale e pronte per l'e-business", ha affermato Ralph Martino, vice
presidente marketing and strategy del Personal Systems Group di Ibm. Si
tratterà di dispositivi desktop e client, ma anche di consolle e chioschi,
alla base dei quali potranno esserci il "pc che si indossa", già mostrato
da Big Blue circa un anno fa, e il palmare WorkPad basato su Palm Os. Un
primo passo dell'iniziativa è atteso in aprile, quando dovrebbe essere
lanciato Netfinity 820, un pc all in one di dimensioni contenute che
integrerà un display Lcd. Una seconda fase, in programma nel quarto
trimestre del prossimo anno, prevede il lancio di una varietà di prodott
i,
anche se il costruttore si aspetta che il boom del nuovo personal computing
non arrivi prima di tre anni.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here