Si avvicina il nuovo Db2

La prossima versione del database di Ibm, Stinger, avrà come compagni tool di integrazione e gestione.

13 aprile 2004

Ibm prosegue nella preparazione della prossima versione di Db2, conosciuta con il nome in codice di Stinger, e delle parti tecnologiche che lo renderanno sempre più partecipe delle attività di integrazione applicativa.


Stinger, atteso per la fine di giugno, sarà accompagnato da un Partition Advisor, creato allo scopo di consentire agli amministratori di database una più facile configurazione attraverso i cluster.


Stinger, poi, supporterà equamente gli ambienti .Net e Java. Inoltre il nuovo Db, che girerà sotto Windows, Unix e Linux, dovrebbe sfruttare al meglio proprio le nuove capacità fornite dal kernel di Linux 2.6.


Per affiancare degnamente Db2 nuova versione, Big Blue sta perfezionando la beta di Db2 Information Integrator, che porterà con se nuove tecnologie di ricerca delle informazioni sviluppate dai ricercatori Ibm.


In particolare, l'affidabilità delle funzionalità di search è stata verificata da Ibm sulla propria intranet, per mezzo dell'attività di 300mila persone per circa un anno.


Il nuovo Informatio Integrator, poi, garantirà anche l'accesso alle applicazioni di business di Sap e Siebel, superando quindi i gateway attuali che "ne limitano" l'attività a Db2, Oracle dati su mainframe Ims e Vsam, e-mail e contenuti Web.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here