Sgi amplia il proprio focus su Linux

Silicon Graphics (Sgi) spingerà sempre di più i propri sforzi nello sviluppo di Linux e, di conseguenza, diminuirà, nei prossimi anni, quelli relativi allo sviluppo del proprio sistema operativo Irix. Silicon Graphics è ora …

Silicon Graphics (Sgi) spingerà sempre di più i propri sforzi nello
sviluppo di Linux e, di conseguenza, diminuirà, nei prossimi anni, quelli
relativi allo sviluppo del proprio sistema operativo Irix. Silicon Graphics
è ora fortemente focalizzata sullo sviluppo dei processori per Intel Ia-32
e Ia-64 e del sistema operativo aperto Linux, con un'iniziativa chiave,
denominata Xsf file system. Secondo i responsabili di Sgi, questo
permetterà a Linux di scalare verso i sistemi molto grandi.
Xfs ha un registro di file, una feature che non è mai stata rilasciata fin
o
a ora, per la comunità di Linux, prevedendo che il sistema aperto
indipendente dovesse essere usato per applicazioni mission-critical o ad
alta disponibilità.
I file system registrati velocizzano le operazioni di recovery dei guasti
di sistema, poiché non hanno bisogno di analizzare le strutture dei file
per gli errori e fare le correzioni durante i reboot del sistema. In un
sistema con terabyte di dati quest'operazione può occupare diverse ore. Xf
s
può ricoverare più fermi di sistema inaspettati, in qualche secondo,
indipendentemente dalla grandezza del file system. Xfs fornisce un range
garantito di I/O di sistema, che permette alle applicazioni di riservare
ampiezza di banda specifica da o per file system.
Sgi offrirà Xfs gratuitamente sotto la Free Software Foundation Gpl
(General Public License), come parte di un'iniziativa per rafforzare le
capacità del core di Linux.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome