Service Pack 2: il prezzo della sicurezza

Atteso in estate, l’SP2 di Windows XP attiva per default tutte le opzioni di protezione. Gli utenti dovranno riconfigurare il proprio software per la connessione in rete wireless e domestica

6 aprile 2004 Negli Stati Uniti gli analisti hanno suonato il campanello
d’allarme: il Service Pack 2 di Windows XP non è facile da digerire
per gli utenti e Microsoft deve aspettarsi un extralavoro per il supporto tecnico.

L’SP2, atteso per quest’estate, attiva per default tutte
le opzioni di sicurezza
(firewall e funzione di protezione del sistema
operativo in primis), il che significa che molti utenti dovranno mettere mano
al software per riconfigurarlo. Si corre il rischio di non poter accedere alla
propria rete domestica o a quella wireless, senza i dovuti aggiornamenti.

Il nuovo Service Pack infatti non costituirà semplicemente una
raccolta delle patch
rilasciate nei mesi precedenti, ma applicherà
numerose novità e, soprattutto, sarà un vero salto di
mentalità
. Mentre prima era l’utente a scegliere di quali
protezione voleva servirsi, adesso deve decidere quali funzioni di sicurezza
vuole togliere. Un approccio non facile, soprattutto per gli utenti meno smaliziati.

Del resto è stato lo stesso Bill Gates a mettere la
sicurezza fra le priorità principali di Microsoft. E questo trova la
prima concretizzazione nel Service Pack 2 di XP che sviscera la sicurezza secondo
cinque punti.

Protezione della rete. Con il
Service Pack 2 il firewall di XP acquisterà nuova vita grazie a una pratica
interfaccia utente. In seguito all’esperienza maturata con la diffusione
del worm MSBlaster, sono stati migliorati il servizio RPC e l’infrastruttura
del DCOM in modo da renderli più solidi e meno sensibili ad attacchi
esterni.

Protezione della memoria. Per
ricusare attacchi basati su vulnerabilità di tipo buffer overrun (alcuni
worm sfruttano tali vulnerabilità per copiare eccessivi quantitativi
di dati nelle aree di memoria del computer), Microsoft ha provveduto a ricompilare
il codice dei componenti-chiave di Windows XP.

Gestione migliorata delle e-mail.
Outlook Express e Windows Messenger dovrebbero ora riconoscere la presenza di
allegati potenzialmente ostili inibendone l’apertura e isolandoli in un’area
protetta.

Navigazione più sicura.
Sarà possibile bloccare l’esecuzione dei componenti attivi sul
computer locale. Inoltre, sono stati introdotti controlli aggiuntivi per prevenire
il download di spyware e componenti ActiveX dannosi.

Manutenzione del PC. Microsoft
lancerà il nuovo “Security Center”, un’area che fornirà
informazioni, consigli e soluzioni per applicare tutti gli aggiornamenti critici.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here