Home Cloud Serverless: Ibm Cloud Code Engine, il runtime per container e app

Serverless: Ibm Cloud Code Engine, il runtime per container e app

Ibm Cloud Code Engine, ora generalmente disponibile, è un runtime completamente gestito in cui gli sviluppatori possono andare live in poco tempo, senza dover dimensionare, distribuire, proteggere e gestire alcuna infrastruttura sottostante.

Si tratta infatti di una piattaforma serverless progettata per sgravare gli sviluppatori dai compiti di gestione dell’infrastruttura di runtime e permettere loro di concentrarsi invece esclusivamente sul codice.

Inoltre, se i propri container, applicazioni o job batch hanno bisogno di scalare, Ibm Cloud Code Engine si occupa anche di questo.

L’architettura cloud sottostante, sottolinea Ibm, scalerà dinamicamente verso l’alto o verso il basso per soddisfare le esigenze del cliente ed evitando problemi per le applicazioni.

Oltre a questo, i clienti pagano solo per quello che usano effettivamente, anche niente se si permette a Code Engine di scalare le applicazioni fino a zero.

Ibm Cloud Code Engine

Ibm Cloud Code Engine nella visione di Ibm è più di una piattaforma per distribuire le immagini container esistenti. Se non si ha un’immagine, Code Engine ne costruirà una dal repository Git dell’utente.

Il processo di costruzione è automatizzato e si può scegliere se utilizzare un Dockerfile (che descrive il processo di costruzione), o un buildpack cloud native che utilizza Paketo Buildpacks (che rileva automaticamente il linguaggio e il runtime).

Facendo parte di Ibm Cloud, si può anche avere accesso a una vasta gamma di servizi gestiti in hosting: Code Engine semplifica il processo di connessione a questi servizi inserendo automaticamente le informazioni necessarie per collegare un servizio alla propria applicazione o ai batch job.

Combinando queste caratteristiche con l’infrastruttura di eventing di Code Engine, è possibile sviluppare un’architettura loosely coupled che fornisce una maggiore flessibilità.

Ibm Cloud Code Engine offre poi un’esperienza utente unificata, indipendentemente dal tipo di carichi di lavoro che vengono distribuiti su di esso.

Ciò significa, sottolinea Ibm, che è possibile eseguire i propri container, applicazioni, codice sorgente o lavori batch in un unico ambiente e tutti condividono una rete privata sicura all’interno di Code Engine.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php