Sempre piu’ Smb nel futuro dei partner Cisco

Disponibile da giugno, uno Smart Business Communications System costruito sulle esigenze della piccola e media impresa, mentre e’ gia’ pronto un nuovo livello di certificazione

LAS VEGAS -

 A Las Vegas è di scena il Cisco Partner Summit 2007 Definitivamente
Smb. Il terreno di caccia tracciato da Cisco ormai tre anni fa si arricchisce di
nuovi spunti di business che il vendor sta presentando in questi giorni a Las
Vegas, in Nevada, a una platea di 2.400 partner giunti da 98 Paesi in tutto il
mondo e rappresentativi, a loro volta, di circa un migliaio di società. A tutti,
indistintamente, il messaggio di Keith Goodwin, senior vice president woldwide
channels di Cisco, è di “scegliere”.


Scegliere dove investire, perché è nello Small and medium business il futuro per chi vuole crescere, visti i dieci miliardi di dollari di “commercial opportunity” snocciolati dal vendor. “Per il 2007, secondo Ami Partners - sottolinea Goodwin -, le previsioni di spesa It del mercato Small and medium business supereranno quelle del segmento enterprise”.



“Ma il mercato in questione - gli ha fatto
eco Peter Alexander, vice president worldwide commercial marketing di Cisco
- richiede specializzazione e tecnologie che siano “consumerable”, oltre che
ricche di funzionalità e facili da utilizzare”.
Il
messaggio e' senza dubbio rivolto al canale, per il quale Cisco ha pronto un
nuovo livello di certificazione denominato “Select” e corredato da un
Certification partner program ad hoc che rientra nel Value program del
vendor.



Il disegno e' ampio e poggia su una
Smart Business Communications Architecture sotto il cui cappello si snoda lo
Smart Business Communications System, a sua volta basato su tre direttrici:
SmartNet Services, Smart Assist e Specialized Partner, ognuna volta a fornire
supporto, ridurre i tempi di set up delle soluzioni proposte, aumentare
l'efficacia dei Var. Gli stessi che, con il nuovo sistema (disponibile dal
prossimo giugno a partire da 699 dollari “per seat” e comprensivo di
sistema Cisco Unified Communications e Cisco Unified Ip Phone), avranno in mano
servizi come Cisco Configuration Assistant, Cisco Monitor Manager e Cisco
Monitor Director, per ricreare di volta in volta i nuovi servizi offerti
utilizzando un servizio di assistenza centralizzato, nonché tool per il
monitoring e il reporting.



Le novità, in questo nuovo sistema integrato di
comunicazione totale basato su Cisco Unified Communications, riguardano anche i
prodotti resi disponibili (per ora con un listino prezzi solo in dollari) come
l'UC500 Series (8-16 user for voice) introdotto nel segmento Unified
Communication & Network Foundation e il nuovo Cisco Catalyst Express 520-8PC
per il mondo dello switching (proposto a 1.395 dollari). In ambito Cisco
Mobility Express Solution sono, invece, stati introdotti Cisco 521 Wireless
Express Access Point (prezzo di listino 499 dollari) e il Cisco 526 Wireless
Mobility Controller (a 1.799 dollari).


In definitiva, incrementare training e
formazione dei partner, ai quali è richiesta completa focalizzazione sul mercato
Smb”
e' stato il leit motive della prima giornata qui negli Stati
Uniti. A fronte di due certificazioni richieste a livello technical e sales
(dove per entrambe è prevista specializzazione in ambito routing,
switching, security e wireless) i benefici non si contano. “E vanno -
come sottolineato in chiusura di sessione da Andrew Sage, sr director worldwide
channels marketing di Cisco - dalla formazione e-learning gratuita al
certified partner brand, dagli incentivi gia' previsti nei programmi Oip e Vip
ai fondi di sviluppo, fino channel account manager dedicato”.
Ma prevedono anche “Find a partner”, ossia un
Google-based partner locator per permettere ai clienti di trovare con un click
il proprio partner Cisco locale, e un Partner Space sul sito della società per
favorire l'interazione fra partner e cliente.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome