Semiconduttori: bene, senza esagerare

I dati di Sia (Semiconductor Industry Association) mostrano un comparto in buona salute. Ma i segnali all’orizzonte invitano alla prudenza.

In base ai dati presentati in questi giorni dalla Semiconductor Industry
Association, nel mese di ottobre le vendite mondiali di microprocessori sono
cresciute del 9,2% rispetto al pari periodo dello scorso anno, raggiungendo un
giro d'affari di 21,9 miliardi di dollari, che a sua volta rappresenta un
incremento del 2,5% su base sequenziale.

Si tratta
di dati sostanzialmente positivi, che riflettono le aspettative per una stagione
natalizia ancora all'insegna di pc, telefoni cellulari e lettori Mp3.


Tuttavia, sono le raccomandazioni della Sia, lo stato di
salute attuale non deve far indulgere in un eccessivo ottimismo: all'orizzonte
ci sono segnali di rallentamento, imputabili, in questo caso, a una prospettiva
economica non positiva, che potrebbe penalizzare l'intero comparto.


Per quanto riguarda la situazione attuale, le analisi di
Sia attribuiscono buona parte della crescita alla domanda da parte dei
produttori di pc: l'arrivo di Vista spinge a potenziare le nuove macchine, così
da garantire le richieste del nuovo sistema operativo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome