Secondo Gartner Rambus e definitivamente defunta

L’analista Gartner ha previsto che Rambus, la tecnologia di memoria sostenuta da Intel che avrebbe dovuto rimpiazzare la Sdram, sarà definitivamente morta entro i prossimi sei o al massimo otto mesi. Intel stava per pianificare la propria futura …

L'analista Gartner ha previsto che Rambus, la tecnologia di memoria
sostenuta da Intel che avrebbe dovuto rimpiazzare la Sdram, sarà
definitivamente morta entro i prossimi sei o al massimo otto mesi.
Intel stava per pianificare la propria futura tecnologia dei
semiconduttori esclusivamente intorno alla memoria Rambus, e solo
diciotto mesi fa gli analisti avevano predetto che avrebbe
rappresentato il futuro per le memorie Pc. Persistenti segnalazioni
di problemi con la produzione di Rambus, la sua velocità e il costo
ne hanno decretato il rapido declino favorendo la tecnologia di
memoria Ddr. La memoria Ddr aumenta sostanzialmente le performance
del sistema e la sua produzione non costa sensibilmente più di quella
della classica Sdram. La stessa Amd ha appena annunciato un chipset
basato su questa tecnologia per i suoi processori Athlon. In
aggiunta, Intel all'inizio di quest'anno aveva forzato la produzione
di mainboard per il supporto Rambus seguendo i report dei bug
incontrati. I distributori di Pc hanno speso milioni preparando il
lancio di sistemi che utilizzassero queste mainboard basate sul
chipset 820 d'Intel e progettate appositamente per supportare la
Rambus. Intel inoltre, aveva dichiarato in origine che il suo nuovo
processore Pentium 4 avrebbe supportato solo Rambus. Recentemente,
invece, la società ha dichiarato di essere sul punto di lanciare un
chipset per il nuovo processore, progettato per lavorare anche con la
Sdram. Con questi presupposti, la previsione di Gartner non può che
avverarsi nei tempi indicati.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here