Sap supera le stime

Superano le previsioni di mercato i profitti riportati dal vendor tedesco, che nel Q4 2002 hanno raggiunto 474 milioni di euro, il 49% in più rispetto all’esercizio precedente.

31 gennaio 2003 Si è chiuso con profitti in crescita del 49% l'ultimo trimestre dell'esercizio fiscale 2002 di Sap. Superando le sue stesse aspettative e quelle degli analisti di mercato, il produttore di software tedesco avrebbe beneficiato sia della riduzione dei costi apportata negli ultimi mesi sia di vendite superiori alle stime. Tanto che, nella trimestrale considerata, le entrate nette sono cresciute fino a raggiungere i 474 milioni di euro, o 1,52 euro per azione, rispetto ai 319 milioni, o 1,02 dollari per azione, riportati nel medesimo periodo dell'esercizio precedente. Ma non è tutto. La politica di riduzione dei costi adottata dalla società ha permesso di alzare a 22,7 la percentuale dei profitti operativi sulle vendite, e ora la convinzione è quella di poter erodere quote di mercato a competitor del calibro di Oracle, PeopleSoft e Siebel Systems. Il tutto a dispetto del decremento del 2% nelle vendite,
registrato al termine dell'ultimo trimestre, che hanno ora raggiunto i 2,28
miliardi di euro. Si tratta comunque di una cifra superiore ai 2,25
miliardi stimati in precedenza da Sap, stima che parlava anche di entrate
nette pari a 401,7 milioni di euro. Nell'intero esercizio fiscale 2002 le
vendite del colosso tedesco sono, invece, cresciute dell'1%, raggiungendo i 7,4
miliardi di euro. Per il 2003, la società parla di una crescita 'modesta' nel
fatturato, ma di un ulteriore sostanzioso incremento della
profittabilità.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here