Sap: ora conta fare benchmarking

Al Sap World Tour si è parlato di come generare valore con l’It.

Idee e strategie per aiutare le aziende a generare valore e accrescere il business è stato il tema guida del Sap World Tour 09, tenutosi ad Assago (Milano) e che ha visto la partecipazione di 1.200 congressisti.

Nel discorso di apertura, Josè Duarte, presidente di Sap Emea, ha ribadito l'importanza dell'It per supportare le aziende a gestire le nuove esigenze di business in un contesto di sostenibilità ambientale, evidenziando quattro grandi trend da tenere in considerazione: costi e rischi della regulation, risorse della produttività, vantaggi competitivi e sostenibilità del modello di business.

Su questo fronte l'impegno di Sap è chiaro: aiutare a creare prosperità per le persone in tutto il mondo. Si è, dunque, posta aggressivi target per contribuire, con la propria tecnologia e impegno, a portare valore che va generato non solo sul piano economico e sociale, ma anche sul quello ambientale, a iniziare dalla riduzione di Co2.

Augusto Abbarchi (nella foto) amministratore delegato di Sap Italia, ha affrontato più in dettaglio come la sua società intende supportare le imprese nel generare valore in un mondo che deve impegnarsi a essere sempre più eco-sostenibile.
«Generare valore, sia di tipo economico che non, significa avere la capacità di capire sul mercato dove questo valore può essere trovato, come è strutturato e quindi quali sono le modalità per poterlo catturare - ha affermato Abbarchi -. Una volta che l'azienda l'ha individuato, indirizza con una propria offerta la richiesta del mercato e se centra i driver giusti per il proprio settore, realizza buona parte del valore. Tuttavia, può sempre trovare spazi ulteriori in modo che la produzione di valore vada a soddisfare ancor meglio l'opportunità che il mercato offre. Quindi, al di là del core centrale dell'offerta dell'azienda, si possono trovare delle ottimizzazioni per cogliere ulteriori parti di valore».

Però, essendo il mercato dinamico e popolato da competitor, l'azienda si troverà molte volte a dover ripetere il ciclo di identificazione delle caratteristiche che portano valore e quindi rinnovare la fase di realizzazione del prodotto/servizio e successiva ottimizzazione.

«Ma oggi nessun investimento viene effettuato se non porta un chiaro ritorno in termini di valore per l'azienda - ha proseguito Abbarchi -. E questo è un tema fondamentale che stiamo affrontando con i nostri clienti, per cui abbiamo creato una metodologia che ci consente di trovare un linguaggio di dialogo comune e di contribuire alla generazione di valore sia per l'azienda cliente che per noi».

Per supportare questi processi, Sap ha creato una metodologia, che trova nel benchmarking una delle basi portanti. «Infatti - ha osservato l'Ad - crediamo che non sia facile in questo momento capire se si sta creando qualche cosa che verrà adottato dal mercato, se è il meglio che si può fare o se ci sono degli spazi di miglioramento. Il benchmarking è uno degli strumenti più importanti in questo momento, in quanto consente a un'azienda di confrontare le proprie prestazioni con quelle di altre, e quindi di capire dove vale la pena investire e quale valore può produrre. A tal proposito, abbiamo oltre 4.000 clienti che hanno messo a disposizione in forma anonima, ma dichiarando il settore di appartenenza, i loro dati, che sono contenuti in un data base dove le aziende possono confrontarsi per capire in quale area c'è un recupero di valore e dove possono indirizzare l'investimento. E questo lo facciamo in molte aree di processo organizzativo e di business all'interno delle aziende, per cui l'analisi è molto puntuale».

L'evento si è concluso con le testimonianze di Donatella Paschina, Cio di Ermenegildo Zegna e di Stefano Sappino, Crm manager di Poste Italiane, che hanno ottenuto notevoli benefici ottimizzando alcuni processi It, nonché con la dimostrazione pratica dell'agilità con cui la soluzione Sap BusinessObjects Explorer garantisce un accesso intuitivo alle query in ambito Business intelligence.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome