Sap, più experience management con iPhone e Mac

Non usa mezzi termini Sap per presentare la nuova offerta di soluzioni di experience management che arriva a seguito dell'acquisizione di Qualtrics.

La società afferma infatti che di aver inaugurato una nuova era nel modo in cui i consumatori e le imprese interagiscono tra loro.

Questo grazie a 10 nuove offerte che combinano i dati sull’esperienza (X-data) con i dati operativi (O-data) per misurare e migliorare le quattro esperienze fondamentali del business: clienti, dipendenti, prodotto e brand. Il lancio di questo sistema di Experience Management, sottolinea Sap, stabilisce un nuovo standard nel mondo del software aziendale.

Le nuove offerte – quattro per la customer experience (CX)tre per l'esperienza dei dipendenti e tre per le ricerche di mercato – inseriscono gli X-data direttamente nelle applicazioni aziendali, come i sistemi CRM, ERP o HCM, per avviare azioni migliorative. La loro combinazione consente di ascoltare costantemente le opinioni, le emozioni e le intenzioni di clienti, dipendenti, fornitori, partner e altri stakeholder.

Vogliamo che tutti siano a conoscenza dei propri Xs e Os – ha dichiarato Bill McDermott, CEO di Sap – . L’ìExperience Management è la nuova frontiera per le migliori aziende del mondo. Non ho mai visto una Sap più motivata nell’aiutare i clienti a diventare una forza trainante in termini di crescita, innovazione e fiducia”.

Ryan Smith, co-founder e CEO di Qualtrics, ha aggiunto: “Viviamo nell’era della experience economy dove le organizzazioni stanno intenzionalmente puntando all’ottimo o inconsapevolmente scivolando verso il basso. Le aziende che vinceranno sono quelle che capiscono come X-data e O-data operano insieme per raccontare la storia di quello che accade in un’organizzazione, perché sta avvenendo e di come agire in tempo reale per raggiungere risultati aziendali straordinari”.

Le nuove offerte Sap offrono alle organizzazioni una piattaforma XM end-to-end che utilizza X-data e O-data. In questo modo è possibile centralizzare in un unico sistema aziendale gli X-data provenienti da clienti, dipendenti o qualsiasi altro stakeholder e generati in ogni punto di contatto significativo. Questo rende più semplice l’ascolto da parte delle organizzazioni. Non solo. Si possono connettere gli X-data alle operation e ai processi aziendali per capire perché stanno accadendo le cose, individuare trend nascosti e quindi formulare automaticamente indicazioni per aiutare a correggere ciò che non funziona e potenziare invece quello che va bene. Infine, si possono mettere in atto azioni per stimolare i clienti ad essere più fedeli al brand, comprare di più e condividere con gli amici; e per aiutare i dipendenti a performare meglio, creando una cultura positiva e di sostegno alla loro organizzazione.

Per la customer experience, Sap ha introdotto l’Experience Management nella suite Sap C/4HANA, creando potenti soluzioni cloud per la gestione di vendite, marketing, commerce e servizi. Questo rende disponibile una piattaforma di customer experience end-to-end sul mercato, consentendo alle organizzazioni di ascoltare, comprendere e agire basandosi su insight che influenzeranno le decisioni di acquisto e la fedeltà dei clienti.

Per l'esperienza dei dipendenti, Sap ha introdotto tre soluzioni di Experience Management che trasformano le piattaforme HR esistenti in sistemi di azione a livello aziendale. Sviluppate a partire dai sistemi HR esistenti, le nuove soluzioni raccolgono dati relativi all'esperienza dei dipendenti durante il loro percorso professionale all’interno di un’organizzazione e consentono agli executive e ai responsabili delle risorse umane di ascoltare, comprendere e agire affidandosi a dati che permetteranno di attirare, coinvolgere e mantenere una workforce di alto livello.

Aumentano le app per iOS e Mac

Sap ha dato inoltre notizia del fatto che Core ML, la tecnologia di machine learning on-device di Apple, sarà disponibile per la prima volta su Sap Cloud Platform SDK per iOS. La prossima versione di Sap Cloud Platform SDK, che sarà rilasciata a fine maggio, consentirà alle aziende di sviluppare app iOS personalizzate e intelligenti powered by SapP Leonardo. I modelli di machine learning saranno scaricati automaticamente su iPhone e iPad, in questo modo le app potranno funzionare offline e aggiornarsi automaticamente una volta connesse a Sap Cloud Platform.

Grazie alla partnership avviata con Apple nel 2016, Sap ha ricreato le sue app mobile più diffuse per le soluzioni Sap SuccessFactors e Concur, insieme a Asset Manager, affinché funzionino nativamente su iOS. Queste app sono completamente integrate con iPhone e iPad per massimizzare i livelli di sicurezza e le performance. Sap ha anche annunciato che estenderà la sua esperienza nativa su iOS su un più ampio portfolio di applicazioni a partire dalle soluzioni Sap Ariba. In più amplierà l'offerta di app per Mac native per portare l’esperienza di SapP iOS nel mondo desktop.

Alle aziende che hanno bisogno di aiuto per iniziare a sviluppare app per iOS, Apple e Sap offrono nove app già pronte per essere implementate, che coprono diversi contesti di mercato, create da sviluppatori con provata esperienza su Sap Cloud Platform SDK per iOs.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome