Sap e Commerce One, da alleati a concorrenti

Circolano voci di disinvestimento del costruttore tedesco nella partner americana. Verrebbe così a decadere l’ipotesi di acquisizione avanzata negli ultimi tempi.

Le speculazioni sulla crescita della quota azionaria controllata da Sap Ag in Commerce One hanno fatto un radicale dietrofront davanti alle ultime rivelazioni secondo cui Sap potrebbe invece decidere di disinvestire nella società specializzata in software per il commercio elettronico. Il Financial Times ha riferito di un incontro nel corso del quale l'amministratore delegato di Sap, Hasso Plattner e il suo omologo Mark Hoffman hanno deciso che d'ora in avanti Commerce One sarà del tutto autonoma sui mercati e dovrà andarsi a cercare i clienti da sola, diventando così un concorrente diretto di Sap. Secondo il quotidiano finanziario i rapporti tra Sap e Commerce One si sarebbero raffreddati perché il mercato delle piattaforme per i siti B2B a pubblico accesso, i cosiddetti marketplace, non è mai riuscito a prendere piede. In queste condizioni è più sensato che ogni singolo fornitore cerchi da solo una via d'uscita praticabile. La concorrenza tra i due ex-partner è del resto già cominciata. Nel dicembre scorso, la californiana Commerce One ha presentato Commerce One Source, la propria piattaforma per il cosiddetto sourcing applicativo che ha rappresentato il primo progetto totalmente autonomo dal giugno 2000, data dei primi accordi con Sap.

A meno di un mese di distanza, Sap Markets ha rilasciato mySap Srm, una piattaforma antagonista di Commerce One Source. Questo nuovo segmento sembra particolarmente interessante per la capacità di tali soluzioni di integrare tra loro funzionalità un tempo contraddistinte come la gestione dell'ufficio acquisti e i tradizionali sistemi di gestione della supply chain e delle risorse interne.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome