Samba si mette a posto

Il Samba Team ha rilasciato una patch che cura le vulnerabilità di tipo DoS che assillavano il tool di condivisione risorse.

15 settembre 2004

Il Samba Team ha rilasciato una patch che mette a posto un paio di buchi di Samba 3, il software open source utilizzato per far condividere file Windows da sistemi Unix e Linux.


Le vulnerabilità "guarite" erano di tipo Denial of Service (DoS), tali da consentire la sconnessione dei server Samba dalla rete dovuta a un eccessivo carico di memoria o al crach del Netbios.


I flaw in questione non riguardano le versioni precedenti alla 3 di Samba. Le patch sono disponibili con la versione attuale, la 3.0.7.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here