Safari e iTunes per Mac hanno ricevuto un aggiornamento che ha portato nuove funzionalità e miglioramenti e, per quel che riguarda iTunes, una riorganizzazione dei contenuti che potrebbe disorientare. Gli update iTunes 12.7 e Safari 11 sono disponibili, come di consueto, nel pannello Aggiornamenti del Mac App Store di macOS. Quello di iTunes è stato rilasciato ormai da qualche giorno, accompagnato anche da alcune note tecniche di supporto Apple, tese a spiegare le nuove procedure. Quello di Safari è più fresco. Partiamo da quest’ultimo.

Per quanto riguarda Safari, nella nuova versione sono state aggiunte opzioni per l’interruzione della riproduzione automatica di contenuti multimediali con suono nei siti web, la possibilità di configurare Reader così come i blocchi dei contenuti e lo zoom della pagina in modo indipendente per i siti aperti e selezionati. Apple ha inoltre reso più preciso il riempimento automatico delle schede dei contatti e ha aggiornato i controlli multimediali per video e audio HTML. Ci sono miglioramenti nelle prestazioni e nell’efficienza del browser e, come per ogni update, aggiornamenti relativi alla sicurezza.

Del nuovo iTunes avevamo già descritto l’assenza dell’App Store, e di tutto ciò che concerne le app, e il supporto per la sincronizzazione dei dispositivi con iOS 11. La riorganizzazione dei contenuti di iTunes per Mac non ha riguardato solo le app, ma anche altre categorie. Il nuovo iTunes è infatti, come sottolinea la stessa Apple, “incentrato su musica, film, programmi TV, podcast e audiolibri”. Le app per iPhone, iPad e iPod touch sono ora solo sull’App Store per iOS (anch’esso rinnovato) e non passano più per il Mac o il Pc.

Non solo le app, dicevamo. Anche le Suonerie non passano più per iTunes su Mac o PC. È possibile scaricarle direttamente dal dispositivo iOS. I contenuti iTunes U sono ora nella sezione Podcast. Anche i libri in iTunes su Windows vengono ora gestiti in iBooks su iOS. Apple fornisce una serie di guide per aiutare gli utenti a orientarsi nel nuovo iTunes, a “rintracciare” i vari contenuti e a mettere in pratica le nuove procedure di gestione dei contenuti stessi.    

Le guide sono raggiungibili partendo da questa pagina del sito di supporto Apple.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome