Rsa: la sicurezza è un processo continuo

Dal valore del dato alla sua tutela, lungo tutto il ciclo di vita dell’informazione. La visione di Rsa.

Basterebbe guardare i dati più recenti, quelli relativi al mese di novembre, per capire quanto il problema delle frodi online e della perdita di informazioni interessi anche il nostro Paese.

Certo, gli Stati Uniti si trovano sempre in prima posizione, destinatari del 63% degli attacchi indirizzati agli istituti finanziari, ma l’Italia, secondo le ultime stime presentate nel rapporto realizzato dall’RSA Anti-Fraud Command Center, si colloca al terzo posto di questa non lusinghiera classifica, con il 6% degli attacchi totali. Nel mese in esame, sono state registrate 9 istituzioni finanziare sottoposte ad attacco, per un totale di 508 attacchi.

Siamo in presenza di una situazione sempre più complessa – dichiara Massimo Vulpiani, country manager di Rsa – l’informazione, il dato, sono asset fondamentali di tutte le organizzazioni e sono sottoposti a minacce di tipo diverso lungo tutto il loro ciclo di vita”.

Per questo motivo, la sicurezza del dato diventa un processo continuo, strettamente legato a tutte le attività di gestione dell’informazione.

Non è dunque un caso che la proposition di Rsa si sia fatta nel tempo sempre più articolata: “Oggi parliamo di soluzioni, che includono prodotti, ma anche partner e servizi – racconta Vulpiani – e che prevedono la gestione del problema della sicurezza dei dati nel modo più ampio possibile. Che tengano conto del valore del dato e che analizzino correttamente la natura della minaccia in corso. Tutto questo, senza dimenticare un requisito fondamentale, senza il quale nessuna policy di sicurezza riesce a essere effettivamente rispettata: la semplicità”.

Rsa, che indirizza in modo specifico il mondo finance, è convinta che l’approccio corretto al problema sia seguire la filiera dal dato, vale a dire tutti i soggetti che possono richiederne la disponibilità.
Si parte dagli utenti finali, che vogliono essere garantiti sulla sicurezza delle informazioni che li riguardano, per arrivare agli operatori dell’agenzia. Il nostro obiettivo è valutare i rischi lungo tutta la filiera, tenendo conto dell’evoluzione continua delle minacce, intervenendo su tutte le criticità”.
Formazione compresa. Da sempre uno degli elementi portanti della strategia di Rsa, viene vista come asset strategico, fondamentale sia nei confronti dell’istituto di credito, sia nei confronti dell’utente finale.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here