Rinnovo radicale per la suite Creativa di Adobe

Per ammissione della stessa
Adobe, il rinnovo apportato alla suite di prodotti creativi Creative Cloud è il
più vasto dal rilascio della versione 6. Sono infatti 14 le nuove versioni di
app per desktop disponibili dal tardo
pomeriggio di ieri. A queste si aggiungono anche quattro nuove app per i
dispositivi mobili, una gamma di strumenti hardware, aggiornamenti dei servizi cloud
e nuove offerte commerciali, in particolare per studenti e fotografi. Ma
procediamo con ordine e vediamo in dettaglio le novità.

La rivoluzione delle app
desktop

Sul
versante desktop, lo sviluppo
della release 2014 di Creative Cloud ha avuto come primo obiettivo di rendere le
attività quotidiane più semplici e più veloci, fornendo un nuovo supporto per
hardware e standard avanzati. All’interno del nuovo Photoshop CC, vanno per esempio visti in tal senso gli effetti di
motion Blur Gallery, che creano una sensazione di movimento; la Focus
Mask
, che fa risaltare i ritratti con scarsa profondità di campo; le nuove
funzioni Content-Aware e il nuovo strumento Perspective Warp, che
è in grado di aggiustare la prospettiva di una parte specifica di un’immagine
senza distorcere l’area circostante. I designer che utilizzano intensamente Photoshop
CC apprezzeranno poi il miglioramento delle prestazioni e la possibilità di
collegare e condividere Smart Object tra più documenti. L’applicazione è
anche stata rivista al fine di assicurare un’esperienza d’uso più reattiva anche
sui dispositivi Windows 8 Touch, come Microsoft Surface Pro 3.

Le funzioni più di spicco di Illustrator CC comprendono Live
Shapes
, per trasformare velocemente i rettangoli in forme complesse e
riportarli poi alla forma originale con pochi click, e la possibilità di
realizzare il rendering della grafica vettoriale accelerando la GPU su Windows
con una scheda grafica NVIDIA certificata da Adobe. Nel nuovo InDesign CC è
possibile selezionare righe e colonne delle tabelle e utilizzare EPUB Fixed Layout
per creare libri digitali in modo più semplice.

Dal canto suo, Adobe
Muse CC
è stato completamente riscritto come applicazione nativa con
supporto dei 64 bit e oggi supporta il display HiDPI per rendere più nitido
l’aspetto di immagini, oggetti e testi.

In ambito video, hanno preso
corpo le nuove funzioni presentate lo scorso aprile. Tra queste citiamo Live
Text Templates
e Masking and Tracking, nuove integrazioni che permettono
di utilizzare After Effects CC
all’interno di Premiere Pro CC. I
progetti si realizzano molto più velocemente grazie al miglioramento delle
prestazioni grafiche di Premiere Pro, a nuovi e precisi effetti di trasparenza
in After Effects, a una gamma colori Direct Link più flessibile in SpeedGrade CC e a strumenti multi-track
potenziati per la gestione delle tracce audio in Adobe Audition CC.

Le innovazioni apportate agli
strumenti Web consentono ora di osservare la struttura di un documento
utilizzando la nuova funzione Element Quick View di Dreamweaver CC, che permette i vedere, navigare e modificare la
struttura HTML delle pagine in modo visuale, senza dover ricorrere al codice. I
miglioramenti di CSS Designer aiutano poi ad applicare le proprietà di CSS come
gradienti, ombreggiature e bordi delle caselle e rimuoverle successivamente. Mentre
Flash Pro CC consente di esportare
qualsiasi fotogramma nei progetti Flash come file SVG e il supporto video HTML
nativo di Edge Animate CC offre la possibilità di importare direttamente video
clip compatibili con HTML5.

Le nuove app
iOS

Sfruttando l’innovazione nel mondo mobile, Adobe ha
lanciato Sketch, Line e Photoshop Mix. Adobe Sketch è un’App social per iPad che consente
di realizzare schizzi e disegni di forme libere, offrendo un processo creativo
connesso che riunisce insieme ispirazione, schizzi e community in un unico
posto. E’ facile creare utilizzando strumenti essenziali per il disegno: una
matita in grafite, una penna a inchiostro, due evidenziatori (con punta a
pennello e a cesello) e una gomma, per ottenere un feedback diretto dalla community
creativa mentre si lavora.

Adobe Line è la prima App al mondo per il disegno e la
scrittura di precisione su iPad. Line ricrea l’arte del disegno associando il
design organico a linee rette, curve francesi e forme perfette che possono
essere disegnate in piano, in rilievo o in prospettiva. Utilizzabile insieme a
Slide, Line ripensa gli strumenti tradizionali per il design – come righelli,
squadre e sagome – per il mondo mobile, permettendo inoltre ai creativi di
accedere a strumenti e temi colore Kuler e di condividere il proprio lavoro.

Prima app per iPad che offre all’utente in movimento
la possibilità di mixare le immagini di Adobe, Photoshop Mix propone un nuovo
workflow mobile connesso a Creative Cloud, con accesso a potenti strumenti
creativi per l’elaborazione delle immagini su iPad, tra cui Upright, Content
Aware Fill e Camera Shake Reduction. Offre inoltre ritocchi fotografici non
distruttivi, selezioni, la possibilità di ritagliare e mixare le immagini e
molto altro.

Adobe ha presentato anche la nuova app Creative Cloud
per iPhone e iPad, che consente di accedere e gestire file, strumenti e molto
altro dal dispositivo mobile.

Arriva anche
l’hardware

Si chiamano Ink e Slide i
nuovi prodotti hardware che Adobe ha pensato per semplificare la vita ai
creativi che usano l’iPad. Ink è una penna in alluminio idroformata a tre
facce, che consente di disegnare in maniera controllata e di connettersi a
Creative Cloud, nonché di accedere ai propri contenuti creativi – disegni
preferiti, foto, temi colore Adobe Kuler– attraverso la punta della penna.
Realizzata utilizzando la tecnologia Adonit Pixelpoint, la penna ha una punta
fine, è sensibile alla pressione, è leggera e ben bilanciata.

Adobe Slide è invece un righello digitale (abbinabile a Ink) pensato
per semplificare la realizzazione di linee
dritte, cerchi e forme equilibrate.

Il prezzo dei due
prodotti è di 199,99 euro, ma attualmente sono in vendita solo negli Stati Uniti. In Europa dovrebbero arrivare entro fine anno.

Un profilo che ti segue
ovunque

Le nuove app CC per desktop, le
app mobile e gli strumenti hardware sono progettati per essere strettamente
integrati tra loro attraverso i servizi Creative Cloud. Questa integrazione permette
di creare un proprio profilo creativo – file, foto, caratteri, colori, comunità
e molto altro – che segue l’utente in qualsiasi luogo si trovi a lavorare.

Prezzi ad hoc per studenti e
fotografi

Assieme alle numerose novità
tecnologiche, Adobe ha anche annunciato un paio di interessanti proposte
commerciali per studenti e fotografi. I primi avranno la possibilità di avviare
un abbonamento al prezzo molto contenuto (19,99 euro al mese per un anno), i
secondi potranno limitare l’uso di Creative Cloud a Lightroom 5 e Photoshop CC
pagando 9,99 euro al mese.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome