Retribuzioni, l’It italiana paga bene

Nel settore hi-tech i direttori It del Bel Paese guadagnano di più di quelli spagnoli e francesi. L’analisi della Salle Business Engineering School di Barcellona su 45.000 professionisti.

Da una ricerca sulle retribuzioni nelle aziende tecnologiche resa pubblica dalla La Salle Business Engineering School di Barcellona e realizzata con l'aiuto della società iberica di consulenza per le risorse umane Icsa emerge che i dipendenti delle aziende del settore in Italia sono pagati, in media, più che in Francia e in Spagna.

Le retribuzioni menzionate nella ricerca si riferiscono a guadagni lordi e non tengono in considerazione i diversi regimi di contribuzione sociale o di tassazione sui redditi. Per lo studio, a maggio 2008, è stata esaminata la retribuzione di circa 45.000 professionisti nelle imprese del settore tecnologico. Le dimensioni del campione per ciascun paese sono: 10.589 in Spagna, 15.775 in Italia e 17.653 in Francia. Per piccole imprese si intendono quelle con 250 o meno dipendenti e con un fatturato annuo non superiore a 30 milioni di euro. Le medie imprese contano tra i 251 e 1.000 dipendenti e hanno un fatturato annuo compreso tra i 30 e 500 milioni di euro. Le grandi aziende sono quelle con oltre 1.000 dipendenti e un fatturato che supera i 500 milioni di euro.

In media, nei tre paesi oggetto della ricerca, nelle aziende tecnologiche i direttori It sono la seconda categoria meglio pagata tra le cinque categorie dirigenziali (direttori generali, commerciali, It, finanziari e risorse umane).

Prendendo in considerazione tutti i settori industriali, i direttori generali guadagnano in media il 60% in più dei direttori It (110.000 contro 69.000 euro).

Ma per quando riguarda le sole aziende del settore tecnologico, i direttori It guadagnano in media il 13% in meno rispetto ai loro direttori generali (rispettivamente 67.021 e 76.922 euro).

Se si considerano i livelli massimi di retribuzione la differenza è più marcata: mentre i direttori It più remunerati delle aziende tecnologiche guadagnano in media 91.574 euro, lo stipendio dei direttori generali delle aziende tecnologiche in vetta alla classifica è superiore del 26%: 115.310 euro.

Esaminati in termini di dimensioni delle rispettive aziende, i direttori It delle piccole imprese del settore tecnologico guadagnano il 23% in meno rispetto ai loro direttori generali, mentre quelli delle medie e grandi imprese guadagnano il 40,5% e 42% in meno, rispettivamente.

I pacchetti retributivi dei direttori It nelle piccole e medie imprese, poi, sono cresciuti nell'ultimo anno soltanto dello 0,4% e 0,2% rispettivamente, mentre quelli dei direttori It nelle grandi aziende hanno tenuto un tasso di crescita del 9,4% su base annua.

La differenza nelle retribuzioni dei direttori It nei tre paesi in cui è stata realizzata la ricerca è notevole: i direttori It italiani guadagnano il 25% in più rispetto a quelli francesi, ma addirittura il 50% in più di quelli spagnoli (95.000 euro in Italia rispetto a 76.000 in Francia e 63.500 in Spagna).

Lo stesso accade per le retribuzioni a livello manageriale nel settore tecnologico nei tre paesi. Le posizioni dirigenziali in Italia sono retribuite in media con 92.000 euro, rispetto 83.500 in Francia e 64.000 in Spagna.

Scendendo nella scala retributiva, l'Italia primeggia ancora: in media, i dipendenti delle aziende del settore tecnologico in Italia guadagnano 39.000 euro, rispetto a quasi 32.000 in Francia e a 28.000 in Spagna.

Per quanto riguarda la manodopera specializzata, la disparità è minore: i lavoratori in Italia e Francia sono quasi allo stesso livello (26.000 e 25.250 euro rispettivamente), mentre in Spagna guadagnano in media 22.800.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here