Reti d’impresa, nasce il Laboratorio regionale dell’Emilia Romagna

L’iniziativa consentirà di sensibilizzare le imprese rispetto ai vantaggi della rete, di sviluppare i rapporti di collaborazione già in corso e di facilitare nuove aggregazioni

Carisbo, Cariromagna, Banca Monte Parma e le Associazioni di
categoria dell’Emilia Romagna hanno firmato, insieme a Unioncamere Emilia Romagna, un accordo per promuovere la
nascita di nuove reti d’impresa.

Il protocollo istituisce un Laboratorio regionale che indirizzerà le aziende interessate fin dalle prime
fasi e le faciliterà nell’impostazione del progetto di rete. Il tavolo operativo si riunirà
periodicamente per individuare le aziende
più idonee
a “fare
rete”, intercettarne
i bisogni, offrire un
contributo rispetto
alla
fattibilità dei progetti, la
loro
finanziabilità, gli spazi
di miglioramento.

Il Laboratorio sarà inoltre promotore
di tavoli tecnici, seminari ed
eventi
dedicati alle
imprese
interessate
ad approfondire
il tema della collaborazione in
rete.

A novembre 2012, le reti d’impresa in Emilia Romagna erano 79, per un totale di 312 aziende
coinvolte
,
al terzo posto a livello nazionale dopo la Lombardia (646 imprese) e la Toscana (443), seguita dal Veneto (238). In Emilia Romagna, dopo una buona partenza, si
è assistito a un significativo rallentamento nel corso del 2012, con solo 9 contratti di rete che hanno visto coinvolte
imprese
della regione.

In Emilia Romagna le reti
sono composte
in larga misura
da micro e piccole
imprese
(83,5%, maggiore del dato nazionale che è dell'81%), con
un’elevata differenziazione settoriale (servizi, industria,
costruzioni, agribusiness). Potenziamento della fase commerciale, efficienza produttiva e innovazione sono i principali obiettivi delle
imprese della regione
in rete.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here