Retailer italiani verso una brand engagment strategy omnicomprensiva

Internet_Albero_Rete_SocialPer instaurare una relazione profittevole e duratura con i consumatori, i retailer devono adottare una strategia multicanale omnicomprensiva e non fare affidamento esclusivamente sulle offerte speciali al fine di incrementare le proprie vendite.

Dan Wagner - CEO Powa TechnologiesCi crede Dan Wagner, Ceo e fondatore di Powa Technologies, con un’esperienza ventennale nel settore dell’ecommerce riguardo il fenomeno del cosiddetto “Black Friday”, che dà tradizionalmente inizio alla stagione degli acquisti natalizi.

A partire dal 2011, quando Apple l’ha introdotto per prima in Italia, il “Venerdì Nero sta diventando sempre più popolare anche da noi, tanto che le previsioni in tema di shopping natalizio contenute in uno studio indipendente commissionato da RetailMeNot e realizzato dal Centre for Retail Research, parlano di un valore degli acquisti che, in Italia, supererà i 63 milioni di euro.

La continua crescita in Italia del commercio elettronico, che secondo gli ultimi dati diffusi dall’Osservatorio eCommerce B2C promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano e da Netcomm, nel 2015, ha raggiunto un valore pari a 16,6 miliardi di euro, impone ai retailer di integrare le offerte e le promozioni speciali pensate per il “Black Friday” all’interno di una strategia multicanale.

Da qui il suggerimento di Wagner ad adottare una strategia di brand engagment omnicompresiva che consenta ai retailer di creare un’interazione continuativa con i consumatori, le cui abitudini di comportamento sono profondamente cambiate.

PowaTag_Acquisti_SmartphoneMettendo facilità e velocità d’acquisto in primo piano, sono ormai in molti a evolvere in acquirenti multicanali interessati a superare i vincoli del negozio fisico per agire con la massima libertà d’acquisto.
Per soddisfarli, occorre servirsi di strumenti utili a integrare l’ambiente online con quello offline, per offrire ai consumatori modalità di acquisto istantanee, attraverso differenti piattaforme.
L’idea è trasformare il desiderio in acquisto istantaneo, eliminando i tempi di attesa per la conclusione della transazione trasformando, al contempo, negozi offline e materiali stampati in un punto di vendita online, anche quando il negozio è chiuso.
Il tutto corredato da tecnologie utili a facilitare le modalità di pagamento già esistenti, piuttosto che offrirne delle nuove, e a trasformare le esperienze in-store affinché il cliente riceva offerte personalizzate.

 

 

 

 

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here