Rendere più sicuro e protetto Windows 98 – parte 2

Disinstallazione della Java VM Alcuni componenti dannosi quali sono spyware, hijackers o “malware” in generale, riescono ad insediarsi sul sistema dell’utente, senza alcuna preventiva autorizzazione, sfruttando vulnerabilità di sicurezza proprie della …

Disinstallazione della Java VM
Alcuni componenti dannosi quali sono spyware, hijackers o “malware”
in generale, riescono ad insediarsi sul sistema dell'utente, senza alcuna
preventiva autorizzazione, sfruttando vulnerabilità di sicurezza proprie
della Java Virtual Machine.

Navigare con un Windows 98 dotato di una vecchia versione della Java VM significa
avere grosse probabilità di venire immediatamente “aggrediti”
da componenti nocivi, durante la “navigazione” in Rete.

Il linguaggio Java è utilizzato nelle pagine Web (sotto forma di applet)
per offrire all'utente servizi interattivi, vere e proprie applicazioni
client-server, migliorie visuali e così via.

Proprio perché Java è un linguaggio estremamente potente è
necessario mantenere costantemente aggiornata la Java VM, ossia
il suo “interprete”.

Consigliamo, quindi, di aggiornare immediatamente, tramite il servizio Windows
Update, la Java VM (in figura, la versione ormai obsoleta inclusa in Windows
98 prima edizione).

Attualmente l'ultima versione della Java VM Microsoft è la 5.00.3810
(disponibile su Windows Update) mentre in Windows 98 prima edizione risulta
installata addirittura la versione 4.79.2406.

Per verificare la versione in uso sul vostro sistema, accedete al Prompt dei
comandi MS DOS (Start, Programmi, Prompt dei comandi MS DOS)
quindi digitate il comando JVIEW seguito dalla pressione del
tasto Invio.

Dopo aver aggiornato la Java VM Microsoft potrete sbarazzarvene definitivamente
applicando il trucco che trovate a questa
pagina
.

Qualora non vogliate rinunciare al linguaggio Java, potrete poi installare
la versione messa a disposizione da Sun (www.java.com/en/download/manual.jsp)
visto che Microsoft non intende più aggiornare la propria.

Uso della modalità provvisoria
Capita spesso che l'antivirus in uso rilevi un'infezione ma non
sia in grado di sradicarla. Questo accade perché il sistema operativo
“blocca” i file che risultano in esecuzione impedendone così,
di fatto, l'eliminazione.

E se il vostro sistema è stato infettato è ovvio che il virus
è in esecuzione. Sebbene esistano dei trucchetti basati sull'utilizzo
di software di terze parti, l'approccio migliore da applicare in queste
situazioni consiste nel riavvio del sistema in modalità provvisoria.

Prima di procedere appuntatevi nomi e percorsi dei file infetti quindi riavviate
il personal computer.

Alla comparsa del messaggio Avvio di Windows 98… premete rapidamente
il tasto F8 quindi scegliete dal menu di scelta che comparirà
a video, la voce Modalità provvisoria confermando con
la pressione del tasto Invio.

Dopo un'attesa che potrà durare anche diversi minuti, vi ritroverete
in Windows: noterete che la risoluzione usata sarà molto bassa. Ciò
è del tutto normale.

La modalità provvisoria consente di caricare solo i driver strettamente
necessari per l'avvio del sistema operativo: vengono quindi ignorati tutti
i programmi e i driver di periferica di terze parti (compreso, ad esempio, quello
della scheda video).

La modalità provvisoria eviterà il caricamento di eventuali
virus e componenti nocivi rappresentando così l'ambiente ideale
per intervenire, in tutta sicurezza, direttamente al cuore del problema.

Accedete a Risorse del computer quindi cercate e cancellate
i file infetti segnalati in precedenza dall'antivirus: in questo modo
potrete sbarazzarvene senza problemi.

Un consiglio: attivate in Esplora risorse la visualizzazione dei file nascosti
(menu Visualizza, Opzioni cartella, Visualizza, Mostra tutti i file).

Provate infine ad avviare il modulo per la scansione del sistema del vostro
antivirus: in modalità provvisoria, l'operazione potrebbe fallire
(non tutti gli antivirus permettono di essere eseguiti in modalità provvisoria).
Vale comunque la pena tentare.

Molti produttori antivirus rilasciano dei piccoli programmi stand alone (cleaner
o removal tool) che permettono di ricercare ed eventualmente rimuovere automaticamente
uno specifico virus.

Potete anche pensare di scaricare un cleaner appositamente studiato per eliminare
l'”ospite” indesiderato che affligge il vostro sistema: la
modalità provvisoria è l'ambiente in cui il cleaner va eseguito.

continua...

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here