Home Prodotti Sicurezza Registro elettronico fuori combattimento, gli hacker colpiscono Axios

Registro elettronico fuori combattimento, gli hacker colpiscono Axios

Non è stato fra i più semplici il ritorno a scuola per milioni di studenti italiani: al rientro dalle vacanze pasquali e in presenza per 5,6 milioni di alunni, un attacco hacker ha messo fuori combattimento il registro elettronico.

Il registro, secondo quanto comunicato da Axios (società che fornisce questo servizio a cira il 40% degli istituti scolastici italiani) è stato oggetto di un attacco informatico.

In seguito a tale attacco, il registro elettronico è andato fuori uso. Il ripristino del normale servizio è in corso, e secondo la società le operazioni dovrebbero essere completate in tempo per la giornata di domani.

Questo è il comunicato ufficiale rilasciato da Axios:

«Gentili Clienti,
stiamo completando le attività di ripristino dell’infrastruttura ed i test per le verifiche di sicurezza.
Contiamo di rendere disponibili i servizi entro la mattina di domani.
Scusandoci ancora per il disagio arrecato, vogliamo ringraziare tutti coloro che ci hanno sostenuto con i numerosi attestati di stima e comprensione pervenuti in questi giorni.
Sarà nostra cura tenervi costantemente aggiornati.»

Per supportare le scuole italiane messe in difficoltà da questa interruzione del servizio, Axios ha inviato le istruzioni necessarie per gestire il registro di emergenza.

Si tratta dell’ennesimo segnale dell’importanza della cybersecurity. Non esiste alcun settore o istituzione che possa anche solo sperare di essere una sorta di porto sicuro, al riparo da rischi informatici.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php