Regione Lazio, 35 milioni alle Pmi per stimolare gli investimenti produttivi

L’agevolazione è concessa alle piccole e medie imprese sotto forma di finanziamento a tasso agevolato (mutuo chirografario) e può coprire fino al 100% delle spese ammissibili. Si può accedere ai fondi fino al 30 novembre 2014.

La Regione Lazio ha messo in campo  nuove iniziative per l'accesso al credito delle imprese all'interno
delle quali si svilupperanno bandi, progetti e progetti per rimettere in
moto il tessuto imprenditoriale locale.

Per facilitare l'accesso al credito delle Pmi del
territorio sarà pubblicato il bando "Fondo per il finanziamento del capitale
circolante e degli investimenti produttivi delle piccole e medie imprese"
,
che prevede uno stanziamento di 35 milioni per aumentare la liquidità delle aziende e stimolare gli investimenti produttivi.

Il bando
prevede l'erogazione di finanziamenti (mutui chirografari) a tasso agevolato
destinati allo smobilizzo di crediti verso gli Enti Locali, ad anticipo di
ordini e contratti, al capitale circolante o a investimenti produttivi.

Il
finanziamento potrà coprire fino al 100% delle spese ammissibili per un importo
minimo finanziabile di 50 mila euro e un massimo di 500 mila euro e si
articolerà in due componenti:

- una quota a tasso zero, pari al
75% del finanziamento, messa a disposizione dalla Regione a valere sulle
risorse del Fondo;
- una quota a tasso ordinario, pari al 25% del finanziamento, messa a
disposizione dalle banche convenzionate.

Un altro
bando sarà dedicato a promuovere il rafforzamento del patrimonio delle
piccole e medie imprese
operative nei settori dell'artigianato,
dell'industria, del commercio e dei servizi. Lo stanziamento complessivo è di
30 milioni, due gli avvisi pubblici già emessi, a breve avverrà la
pubblicazione di un terzo avviso con uno stanziamento di almeno 10 milioni di
euro; l'agevolazione prevede l'erogazione di finanziamenti a tassi agevolati
destinati all'aumento del capitale sociale.

L'ultima iniziativa a sostegno dell'accesso al credito delle imprese prevede,
attraverso una stanziamento di 20-25 milioni, l'attivazione di una sezione
del Fondo Centrale di Garanzia
per interventi di garanzia diretta,
cogaranzia o controgaranzia.

Tutti e tre
i bandi, che saranno pubblicati a breve, avranno scandenza il 30 novembre 2014 o fino a esaurimento
fondi.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here