Red Hat, astrazione su ogni desktop

Questo l’impegno preso fronte dell’utenza aziendale. Lo dimostra la partnership con Intel che verte sull’architettura vPro.

San Diego

Altra partnership annunciata nel corso del Summit 2007 di Red Hat. Questa volta l'accordo tecnologico è quello che vede coinvolta Intel. Verrà, infatti, resa disponibile una appliance di virtualizzazione per la gestione dei desktop basati sul processore Intel vPro.

La collaborazione con il colosso dei chip, in realtà, dura da diverso tempo e l'obiettivo dichiarato dal Cto di Red Hat, Brian Stevens, è quello di avere, in futuro, una soluzione di virtualizzazione su ciascun desktop destinato all'utenza business. E la società sta muovendosi per raggiungere l'ambizioso traguardo.

«Questa iniziativa va nella direzione di ridurre i costi operativi - dice Stevens -. La tecnologia Intel vPro, unita al nostro Virtual Appliance Os, costituisce una solida base di gestione e amministrazione delle risorse desktop, alla stregua di un ambiente di classe enterprise».

Il sistema operativo Virtual Appliance può essere utilizzato per supportare all'interno degli ambienti pc funzionalità di sicurezza delle reti, provisioning delle risorse, monitoraggio e gestione degli asset e la beta del software frutto del lavoro congiunto delle due società è prevista per la fine dell'anno. Bisognerà, invece, aspettare il 2008 per avere la disponibilità generale della prima versione di questo prodotto.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here