Home Digitale Realizzare la business intelligence: il webinar

Realizzare la business intelligence: il webinar

Il 28 giugno alle 16 si terrà il webinar “Realizzare la Business Intelligence”, in cui Marilena D’Onofrio, autrice dell’omonimo libro in uscita per i tipi di Tecniche Nuove, farà una lezione sulla narrazione visiva dell’analisi dei dati.

Registrati al webinar 

Marilena D’Onofrio spiegherà che i dati riguardano fatti quantificabili, come quantità, prezzo, sconto, importo, e vanno messi in relazione con aspetti qualitativi: prodotto, cliente, canale di distribuzione, data.

Bisogna raccogliere dati e analizzarli per misurare gli aspetti quantificabili, considerare le misure dei fatti dai diversi aspetti qualitativi (le dimensioni che riguardano il prodotto, il cliente (tra cui la città), il canale di vendita, il tempo), raggruppando per aspetti qualitativi: fatturato per cliente, fatturato per prodotto, fatturato per mese di vista dei diversi aspetti qualitativi.

La narrazione visiva dell’analisi serve a spiegare cosa il chi, cosa, come, dove, quando e perché dei fatti.

La business intelligence moderna

Marilena D’Onofrio si soffermerà sull’aspetto che se la business intelligence tradizionale era prerogativa di ingegneri informatici professionisti IT specializzati ora è realizzabile direttamente da chi deve produrre risultati: da chi deve fare il fatturato, gestire la movimentazione dei prodotti, ottimizzare il customer care, la fabbrica, le risorse umane.

Tutto sta nell’aver chiare le linee guida. I dati vanno inseriti in tabelle, ossia record e campi, non gruppi di colonne o gruppi di righe.

Ci sono tabelle di fatti (il target di vendite, per esempio, è una tabella di fatti) e tabelle di dimensioni: la tabella Clienti con tutti gli attributi del cliente la tabella Prodotti con tutti gli attributi del prodotto

Marilena D’Onofrio spiegherà che creiamo e usiamo tabelle di dimensioni per mettere in relazione tra loro le tabelle di fatti.

E quando avviene un evento inaspettato, la business intelligence come  si comporta?

Bisogna capire subito la situazione e impostare un’analisi diversa da quella precedente

I dati vanno analizzati il prima possibile: non si può spettare che arrivi l’esperto, che capisca cosa gli si sta chiedendo, che agisca secondo la sua logica, che ovviamente è diversa da quella di chi vive gli eventi.

Per questo serve padroneggiare la business intelligence con strumenti come Power BI e a questo servono i manuali come Realizzare la Business Intelligence.

Registrati al webinar 

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php