Quando il pc fa produrre anche più… frutta

Il software di Agriteco gestisce la produzione delle aziende agroalimentari

Maggio, 2003
La tecnologia non lascia esenti neppure chi lavora la terra. Non stiamo
parlando dei mastodontici macchinari, utilissimi per alleviare il lavoro
manuale dei lavoratori, dall'aratura alla semina, alla trebbiatura, alla
raccolta, insomma i numerosissimi passaggi che i prodotti naturali, nella
loro grande varietà, richiedono per essere coltivati. Si tratta
di tecnologia che "non si sporca", occupa poco spazio e che
ormai gran parte delle famiglie possiede, incluse quelle dei coltivatori
diretti. È sfruttando il crescente utilizzo del personal computer
a scopo personale da parte dei coltivatori diretti che Agriteco, una software
house di Torino, partner certificato di EdiSoftware, ha sviluppato una
verticalizzazione per le aziende agroalimentari basata sul gestionale
Onda2001 della casa genovese. A oggi Agriteco gestisce con questo applicativo
e con Onda2001 oltre 60 aziende.

«Nell'affrontare il mercato delle aziende agroalimentari
- ci spiega Luigi Andreis, consigliere delegato di Agriteco -, dobbiamo
pensare al nostro interlocutore come a una vera e propria "impresa
agricola", indipendentemente dalle dimensioni dell'azienda stessa.
L'imprenditore che la gestisce deve essere in grado di realizzare un prodotto
che abbia mercato, con livelli di qualità e sicurezza alimentare
elevati e procedure sostenibili dall'ambiente. Si parla perciò
di "agricoltura multifunzionale", esaltando sempre più
il legame intrinseco con il territorio che la circonda, in grado di preservarlo
e valorizzarlo con la sua opera e i suoi prodotti. Il consumatore, inoltre,
esige sempre più dall'impresa agricola prodotti agroalimentari
con caratteristiche di tipicità, qualità e garanzie alimentari.
La realizzazione di tutto questo richiede sempre più all'imprenditore
capacità di gestione dell'azienda, per il controllo dei costi economici
e per l'assolvimento degli adempimenti burocratici legati alla pratica
agricola (registri fiscali e/o sanitari, richiesta contributi, piano di
autocontrollo o Haccp ecc...). In tale situazione, un imprenditore non
può delegare a terzi il controllo di tutti questi aspetti e, trattandosi
normalmente di un'impresa di tipo familiare, il supporto informatico si
rivela sempre più indispensabile nell'incremento dell'efficienza
aziendale».

Quali difficoltà avete riscontrato nell'approcciare una tipologia
di utenza che, almeno nell'immaginario collettivo, viene vista come estremamente
pragmatica e poco propensa alla tecnologia?

Partendo dalle esigenze citate, insieme all'innovazione tecnica, gli investimenti,
la previsione di risultati produttivi e di mercato, si è ritenuto
di predisporre uno strumento agile e modulabile per gestire nell'azienda
agricola tutti questi elementi e per operare le migliori scelte aziendali
su basi più razionali possibili. Un programma informatico pertanto
che permetta, per esempio, nel caso di una azienda che oltre che coltivare
allevi anche animali, la gestione di una stalla, attraverso la registrazione
del bestiame in entrata e in uscita, il contemporaneo aggiornamento dell'anagrafe
bovina e il controllo e l'analisi dei costi di produzione.

Ritenete che tali aziende siano predisposte a investire in informatica?
Qual è la normale dotazione informatica di un'azienda di questo
tipo?

Buona parte delle aziende agricole possiede un personal computer a uso
familiare, utilizzato dai figli per giocare, per navigare su Internet,
o a scopo didattico. L'azienda che intende passare a un sistema informatizzato
quasi sempre acquista nuovo hardware dedicato esclusivamente per scopi
gestionali. Nel settore agricolo, la tecnologia informatica sta sempre
più entrando nelle aziende sia in quelle medie, dove ormai è
diventata un strumento essenziale, sia nelle piccole. Si sta andando verso
un nuovo mercato.

In cosa consiste la soluzione che avete sviluppato per le aziende
del settore agroalimentare, e quali vantaggi può trarne chi la
utilizza?

Agriteco, in collaborazione con la Coldiretti di Torino, ha realizzato
una soluzione denominata Agri2002 che soddisfa le esigenze di più
svariati settori agricoli. Si va dal settore agroalimentare all'allevamento,
al florovivaismo, al vitivinicolo, fino al settore delle produzioni agricole.
La linea di prodotti di gestione delle aziende agricole si rivolge alla
Pmi come strumento di aiuto per il controllo gestionale. Attraverso semplici
scritture, tra di loro correlate, è possibile seguire l'andamento
dei costi delle singole colture e i ricavi effettivamente conseguiti da
ciascuna di esse. La flessibilità nell'uso non trova limite affrontando
colture di tipo diverso, allevamenti o quant'altro possa essere soggetto
a rilevazione nell'ambito dell'azienda. I programmi permettono la formazione
di costi base, di previsioni in ordine alla coltura o allevamento che
si intende effettuare e il controllo di tutti gli elementi di costo e
ricavo a consuntivo, nonché un loro raffronto con i dati previsionali.
Grazie all'integrazione di Agri2002 con il gestionale Onda2001 di EdiSoftware,
i dati rilevati possono essere trasformati in gestione contabile amministrativa
dando luogo a una contabilità ordinaria in linea con i requisiti
previsti dalle vigenti norme di legge in materia amministrativa e di Iva.
La gestione collaterale del magazzino in tutte le sue componenti sarà
di valido aiuto nell'ordinaria gestione delle scorte, ma ancor più
dei prodotti dando adito alle procedure di bollettazione e fatturazione
sia immediata che riepilogativa, gestite sempre attraverso Onda2001 di
EdiSoftware. È evidente che i vantaggi di una gestione automatizzata
di questo genere sono legati all'incremento dell'efficienza, alla riduzione
dei costi, a un più preciso e tempestivo monitoraggio della propria
attività. Il tutto unito alla sicurezza di operare con perfetta
corrispondenza alle normative vigenti, che risultano sempre più
complesse e onerose e imporrebbero altrimenti all'azienda agroalimentare
di ricorrere a un consulente esterno.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here