Puntera sull’elettronica la sicurezza di Fichet-Bauche

L’acquisizione da parte della svedese Gunnebo permette al Gruppo Fichet-Bauche di dare una svolta alle proprie strategie: l’azienda francese produttrice di sistemi di sicurezza ad alta tecnologia, punterà adesso soprattutto sullo sviluppo dell’e …

L'acquisizione da parte della svedese Gunnebo permette al Gruppo
Fichet-Bauche di dare una svolta alle proprie strategie: l'azienda
francese produttrice di sistemi di sicurezza ad alta tecnologia,
punterà adesso soprattutto sullo sviluppo dell'elettronica.
I sistemi di Fichet-Bauche, che ha realizzato nel 1999 un fatturato
di 346,7 miliardi di Lire, trovano applicazione nei settori della
sicurezza elettronica, della sicurezza fisica e della
telesorveglianza: il gruppo è presente con filiali ed uffici di
rappresentanza in 86 paesi in cinque continenti (in Italia Fichet SpA
e Fichet Italia Srl), per un totale di 1850 dipendenti, e dispone di
due stabilimenti di produzione in Francia e Spagna.
L'acquisizione da parte di Gunnebo, quotato alla borsa di Stoccolma e
con un fatturato consolidato nel 1999 di 1196 miliardi di Lire (760
realizzati nel solo settore della sicurezza), e la joint venture con
Com One sanciscono l'ingresso del Gruppo Fichet-Bauche nel mercato
delle soluzioni avanzate di engineering e della fornitura di sistemi
di sicurezza di siti complessi.
Uno dei nuovi prodotti è infatti il sistema di centralizzazione Telsys,
sviluppato per incrementare il livello di sicurezza della
trasmissione degli allarmi ai servizi di intervento e per migliorare
la gestione globale di complessi multi-sito.
Il sistema Telsys funge da centro di supervisione delle periferiche e
si caratterizza per la sua struttura aperta. E' infatti un sistema
multiprotocollo, capace di dialogare con centrali di allarme di altri
produttori e su diverse reti di trasmissione (Tcp/Ip, Isdn, X25).
Fra gli armadi ignifughi prodotti da Fichet-Bauche, il compatto
Vulcane è indicato per conservare in condizioni di sicurezza tutti i
tipi di supporti multimediali: sottoposto a test drastici (compresa
la simulazione di un incendio con il conseguente crollo di pavimenti
su tre piani), Vulcane è conforme alle norme Vdma 24991-1, classe S60
Dis. I componenti interni sono modulabili e possono contenere 80 Cd
Rom, 160 Dat o 150 dischi ottici fino a 2000 gigabyte complessivi.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome