Punta al professionale la scheda Millennium G450 di Matrox

Matrox la chiama corporate card e questo definisce chiaramente che si tratta di una scheda video indirizzata a un impiego prettamente business. L’azienda canadese è voluta tornare sull’argomento per chiarire in modo definitivo che la Millennium …

Matrox la chiama corporate card e questo definisce chiaramente che si
tratta di una scheda video indirizzata a un impiego prettamente
business. L'azienda canadese è voluta tornare sull'argomento per
chiarire in modo definitivo che la Millennium G450 è un prodotto che
non segue dappresso le orme dei suoi predecessori ma ne prende in un
certo senso le distanze e imbocca invece una direzione che la porta
diritta in ambito lavorativo.
La G200 aveva aperto la strada verso l'utenza domestica e i giochi. E
tale strada era stata percorsa anche dalla G400, che, in più, aveva
introdotto un'innovazione davvero interessante, ossia la possibilità
di gestire due monitor in contemporanea tramite la tecnologia dual
head. Ma ora Matrox sembra cambiare in modo deciso le carte in tavola
e dimenticare un po' la casa e i giochi per puntare verso l'azienda.
La G200, anch'essa dotata di tecnologia multimonitor (i modelli Mms
sono disponibili con due o quattro uscite video), rappresenta oggi
infatti una sorta di standard per certe applicazioni industriali, la
G400 rimane il prodotto per il retail e la nuova G450 punta verso
l'integrazione e le applicazioni office.
Le prestazioni nel 3D dell'ultima nata in casa Matrox, per stessa
ammissione del costruttore, non possono competere con gli ultimi chip
di nVidia, e quindi la sfida non si può giocare in questo settore.
Per carità, le caratteristiche hardware della G450 le consentono
anche di essere impiegata con i videogame, ma non è questo il suo
primario campo d'azione. Come non lo sarà l'imminente Marvel G450
eTv, prodotto che viene proposto come soluzione prosumer, ossia
indirizzata a un'utenza che si colloca al limite tra il consumer e il
professionale. Si tratta di una scheda che, in linea con le attuali
tendenze, consente di vedere le trasmissioni televisive sul pc, di
catturare immagini o sequenze video e di creare filmati. Dotata
anch'essa del dual head, integra un sintonizzatore Tv e abbandona lo
scatoletto esterno che aveva caratterizzato le precedenti schede
della gamma Marvel per integrare tutti i connettori. Ma la
caratteristica che più consentirà di spingere la nuova Marvel è il
timeshifting, ossia la possibilità di vedere la registrazione di un
programma sfasata di qualche minuto da quella live. Questo consente
di non perdere alcun fotogramma (come l'azione di un gol) nel momento
in cui ci si deve allontanare dal video per qualche minuto durante la
trasmissione.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here