Home Prodotti Networking e TLC Come la produzione di infrastrutture vive in digitale, il caso Tesmec

Come la produzione di infrastrutture vive in digitale, il caso Tesmec

Come tantissime altre aziende negli ultimi mesi anche il Gruppo Tesmec si è ritrovato nella condizione di dover passare senza esitazioni allo smart working e spostare così buona parte della forza lavoro dalle sedi alle abitazioni, con la necessità di garantire la business continuity per tutti i servizi dati e voce.

Per riuscirci, la multinazionale italiana attiva nel campo delle macchine per infrastrutture di trasporto e distribuzione di energia elettrica, dati e materiali ha scelto Wildix.

«La possibilità di riconfigurare rapidamente i centralini telefonici – racconta Andrea Miglietta, CIO di Tesmec Group -, riprogrammare la gestione delle chiamate, offrendo la portabilità del numero telefonico aziendale su PC e cellulari dei dipendenti, ha fatto sì che durante il lockdown potessimo continuare a lavorare da casa, senza interruzioni né disagi di alcun tipo».

Dalla Unified Communication allo smart working

Fondato in Italia nel 1951, il Gruppo può contare su circa 850 dipendenti e opera su quattro siti produttivi in Italia, uno in Texas e uno in Francia. Già da qualche tempo si era manifestata la necessità di un sistema di Unified Communication per le rappresentanze dislocate nei cinque continenti. La soluzione in uso fino a quel momento non permetteva di realizzare centralizzazione a livello globale desiderata.

Inoltre,  alcuni problemi legati alla qualità delle chiamate e a costi poco competitivi hanno così spinto a cercare una nuova soluzione. Individuata in Wildix una potenziale soluzione, Tesmec si è affidata al partner G&B Connect, con il quale si è presto trovata a operare in sintonia.

La comunicazione di Tesmec toglie i confini

Primo importante risultato, dallo scorso maggio la soluzione adottata supporta la comunicazione di tutti i siti italiani e di quelli presenti sul territorio francese, sfruttando in questo caso anche le competenze di un partner Wildix locale, Maïano Informatique.

Senza esitare, questa prima esperienza di successo combinata all’urgenza dettata dallo scenario attuale, per fine 2020, Tesmec ha in programma di estendere la soluzione anche alle sedi americane. Subito dopo sarà la volta anche di delle succursali in Russia, Cina, Sud Africa e Medio Oriente.

«Le possibilità di programmare i centralini telefonici e la portabilità del numero telefonico sul pc dei dipendenti – conclude Miglietta –, hanno permesso a tutti continuare a lavorare da casa senza interruzioni né disagi di alcun tipo. Poter rispondere al numero aziendale dal proprio pc portatile, o da quello di casa, ha sicuramente fatto la differenza in termini di comunicazione durante il lockdown».

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php