Prodotti giunti a fine-vita: ruolo attivo per Holonix in Premanus

Lo spin off del Politecnico di Milano entra nel progetto di ricerca europeo per definire requisiti e specifiche tecnologiche della piattaforma software creata per gestire al meglio materiali e componenti da riciclare o da ri-fabbricare.

Nato con il fine di migliorare e ottimizzare la gestione dei prodotti giunti a fine-vita, il progetto di ricerca europeo Premanus, la cui piattaforma software consente in prima battuta di raccogliere le informazioni legate all’intero ciclo di vita di un prodotto all’interno di un cloud service, ha dato il benvenuto a Holonix.

Lo spin off del Politecnico di Milano specializzato nel Product lifecycle knowledge è, così, entrato a far parte dell’iniziativa cofinanziata dalla Ue all’interno del 7° Programma Quadro di sviluppo e ricerca tecnologici con il compito di definire e implementare i requisiti dell’architettura della piattaforma software.
In tal senso, Holonix dovrà definire i requisiti e le specifiche tecnologiche volte al funzionamento della piattaforma.

Il tutto finalizzato al totale tracciamento di un prodotto e di ogni su parte e alla
condivisione di tutti i dati e le possibili informazioni necessarie per prendere le decisioni più opportune.

La piattaforma si compone, infatti, di un Client Bdss - Business decision support system che, attraverso l’interrogazione e immissione di specifici input, fornisce una valutazione sia sul piano economico che su quello ambientale, nonché su come gestire al meglio un bene giunto ormai a fine vita.
Il client opera attraverso una quotazione preliminare poi verificata in corso d’opera e a consuntivo.

Anche per questo, Holonix ha scelto di implementare la piattaforma Premanus all’interno di i-Like, avanzata soluzione proprietaria a moduli per la gestione dell’intero ciclo di vita dei prodotti, e di potenziare il modulo i-Like Reusing and Recycling creato per fornire la valutazione relativa ai materiali e ai componenti da riciclare o da ri-fabbricare.

Oltre a partner universitari come il Politecnico di Milano e alla britanninca Loughborough University, al progetto di ricerca europeo Premanus partecipano anche partner industriali, tra cui il Centro Ricerche Fiat, per la rigenerazione dei motori, e Remedia, che si occupa di gestione dei rifiuti tecnologici.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here