Nel suo prima forecast avente come oggetto gli Artificial Intelligence edge processor, International Data Corporation (IDC) ha stimato che le spedizioni in tutto il mondo di processori ottimizzati per l’intelligenza artificiale per sistemi edge raggiungeranno 340,1 milioni di unità nel 2019, con un incremento del 170,0% rispetto al 2018.

Entro il 2023, IDC prevede che il mercato raggiunga un volume di spedizioni unitarie pari a 1,5 miliardi e un tasso di crescita annuo composto quinquennale (CAGR) del 64,9%.

L'emergere dell’intelligenza artificiale, sottolinea IDC, sta stravolgendo il mercato dei microprocessori. Se da un lato lo sviluppo di processori per uso generico e di quelli per la grafica (GPU) hanno portato enormi capacità di elaborazione su dispositivi sempre più piccoli e mobili, alimentati a batteria, essi comunque non rappresentano delle piattaforme ideali per soluzioni di inferenza di reti neurali.

I processori ottimizzati per l’intelligenza artificiale, sia acceleratori discreti che processori host con acceleratori di reti neurali integrati, superano drasticamente le  architetture per uso generale, nella esecuzione di soluzioni di intelligenza artificiale.

L’intelligenza artificiale e il mercato dei semiconduttori

Ogni fornitore chiave sta tentando di adattarsi a questo scenario, sviluppando soluzioni che affrontano il nuovo paradigma del computing, anche se una nuova classe di supplier è entrata in questo mercato, tra cui un range di startup dei semiconduttori, venture-backed, che sta lanciando nuovi IP e acceleratori.

Le opportunità di mercato per i processori ottimizzati per l'intelligenza artificiale aumenteranno man mano che le soluzioni di intelligenza artificiale si espanderanno sul perimetro della rete e man mano che i carichi di lavoro aumenteranno oltre le attività di ottimizzazione di base dei sistemi, secondo l’analisi di IDC.

Nel 2018, solo il 5,1% dei sistemi edge che eseguivano intelligenza artificiale includeva processori ottimizzati. IDC prevede che il tasso di penetrazione raggiungerà il 40,5% entro il 2023. I ricavi per i processori ottimizzati per l'intelligenza artificiale dovrebbero raggiungere i 40,4 miliardi di dollari entro il 2023, con un CAGR dell'86,4%.

Per questo forecast, specifica IDC, i sistemi edge includono client primari, come Pc, telefoni cellulari e tablet; gateway e server dell'infrastruttura edge; nonché endpoint e dispositivi IoT distribuiti sul perimetro delle reti aziendali, governative e domestiche.

Tra le principali aree di applicazione per i processori per l’intelligenza artificiale sull’edge, citate da IDC, ci sono gli advanced driver assistant system (ADAS) per il settore automotive, i sistemi gaming, la smart home e la videosorveglianza. Altri mercati chiave sono l’automazione industriale, i dispositivi medici, i device per la realtà aumentata e virtuale, robot e droni.

Maggiori informazioni sono disponibili sul sito IDC, a questo link.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome