Problemi per il processore Crusoe 3200 di Transmeta

Transmeta Corp dovrà ritirare il proprio primissimo processore, lanciato in gennaio, e destinato ad essere utilizzato nei WebPad, perché il progetto lo rende inadatto ad essere utilizzato proprio negli stessi dispositivi che dovrebbe alim …

Transmeta Corp dovrà ritirare il proprio primissimo processore,
lanciato in gennaio, e destinato ad essere utilizzato nei WebPad,
perché il progetto lo rende inadatto ad essere utilizzato proprio
negli stessi dispositivi che dovrebbe alimentare. Il Crusoe 3200
verrà sostituito da un altro circuito integrato Web pad, non ancora
annunciato, il Tm3400 attualmente in versione prototipo. Il Tm3200
(originalmente chiamato il Tm3120) è stato introdotto in gennaio,
quando Transmeta lo ha esaltato come frutto di un progetto
rivoluzionario, che utilizzava uno strato software per offrire
notevoli benefici nel risparmio energetico. La versione Tm3200 è
stata progettata per dare vita a un processore da utilizzare in
applicazioni multimediali. Tuttavia, l'intero strato software del
processore utilizza pesantemente il caching quando elabora dati
multimediali, ma il processore non dispone su circuito del secondo
livello di cache. Il difetto nel progetto del processore può
ritardare l'introduzione dei Web Pad sul mercato. Quando ha
presentato il Tm3200, l'azienda aveva, infatti, affermato che il
circuito integrato era già in produzione e che sarebbe comparso sul
mercato dei Web Pad prima che il modello Tm5400 fosse distribuito sul
mercato dei laptop. Tuttavia, dopo nove mesi, Sony Corp e Nec Corp
hanno già debuttato con linee laptop basate sui processori Crusoe, ma
di Web Pad se ne sono visti solo alcuni prototipi alle esposizioni
commerciali.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here