Privacy violata nel sito del Comune di Milano

Il Loa Hacklab di Milano ha scoperto che, in una sezione del sito del Comune sono disponibili in chiaro, cioè senza alcuna forma di protezione della privacy, i nominativi e i dati personali dei cittadini che hanno fatto richiesta di un certifica …

Il Loa Hacklab di Milano ha scoperto che, in una sezione del sito del
Comune sono disponibili in chiaro, cioè senza alcuna forma di protezione
della privacy, i nominativi e i dati personali dei cittadini che
hanno fatto richiesta di un certificato (di nascita, di residenza, e
simili) utilizzando il sito stesso. In effetti, chiunque può
verificare la cosa, collegandosi all'indirizzo Web:
http://www.comune.milano.it/webcity/certificati.nsf/.
La mancanza appare piuttosto strana, visto che è possibile, con
la tecnologia Web, consentire l'accesso ai dati solo ai diretti interessati,
tutelandone così la legittima riservatezza. Il laboratorio tecnico
milanese, nel segnalare pubblicamente la cosa, ha anche sporto
denuncia all'autorità competente, ovvero il garante per la privacy.
L"assessore per l'informatica, Gianni Martella, si è difeso
affermando: "abbiamo sbagliato, ma se anche avessimo protetto
quella pagina qualcuno avrebbe potuto scardinare la protezione;
quindi ci vuole un agenzia nazionale per tutelare la sicurezza dei
dati elettronici"
.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome