Printing in mobilità: l’associazione c’è

Si chiama Mopria, è stata costituita da player del calibro di Canon, HP, Samsung Electronics e Xerox e si propone di definire gli standard per la stampa in mobilità.

Si chiama Mopria Alliance ed è una iniziativa congiunta promossa da Canon, HP, Samsung Electronics e Xerox, con l'obiettivo di facilitare, semplificare e aumentare l'accessibilità della stampa wireless da smartphone, tablet o altri dispositivi mobili.

Si tratta nella sostanza di una associazione no profit globale che punta a far collaborare le industrie mobile, del software e della stampa, così da allineare gli standard in un'ottica di compatibilità universale.

Tra gli obiettivi che si pone l'associazione, si parla di eliminazione delle barriere, rendendo di fatto inutile il download di molteplici drive da parte degli utenti; di miglioramento della user experience; di creazione di un brand e della relativa ”awareness”, sia presso i consumatori, sia presso le aziende; di promozione dello standard; di creazione di un ambiente di sviluppo aperto per gli sviluppatori software, così che possano facilmente integrare funzionalità di printing nelle loro app.

Oltre che per i consumatori, gli obiettivi di Mopria sono importanti anche per gli operatori delle industrie mobile e del printing: i primi non dovranno riallinearsi continuamente con ciascun produttore di stampanti per essere certi della compatibilità dei loro dispositivi, gli altri, parimenti, non dovranno eseguire lunghe attività di re-ingegnerizzazione in base alle specifiche dei singoli dispositivi mobili.

Secondo quanto dichiarato dall'associazione, i software Adobe, Papyrus, Hp Live Photo e Diptic dovrebbero già aderire agli standard di Mopria Alliance.
Del resto sono proprio gli sviluppatori software il target primario cui l'associazione al momento si rivolge.
Ulteriori informazioni sono reperibili a questo indirizzo.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here