Primo rosso in 15 anni per Motorola

Non rispettate le previsioni degli analisti

Motorola ha riportato la sua prima perdita operativa
negli ultimi 15 anni, mancando il bersaglio delle ultime previsioni fissate
dagli analisti, che del resto avevano già rivisto le loro prime stime. La
notizia giunge insieme alle voci che vorrebbero il grande specialista di
comunicazioni mobili e processori sul punto di chiudere uno dei suoi impianti in
Scozia. Motorola ha precisato che il generale rallentamento dell'economia
americana ha colpito tutti i suoi segmenti di attività determinando una
contrazione di oltre un miliardo di dollari di fatturato rispetto alle cifre
dello stesso periodo di un anno fa. Negli ultimi mesi, l'azienda di Schaumbrug,
nell'Illinois, ha fortemente cercato di ridurre i suoi costi, riducendo la sua
forza lavoro a 125mila persone (dopo circa 22mila licenziamenti). Le misure a
favore di un ulteriore risparmio, ha detto il presidente e Coo Robert Growney,
proseguiranno. Secondo il quotidiano Edinburgh Evening News le prossime vittime
potrebbero essere i 3.200 impiegati dello stabilimento scozzese di Bathgate. Nel
primo trimestre dell'anno Motorola registra 206 milioni di dollari di

perdita operativa contro i 481 milioni di utile dello scorso anno, una somma
equivalente a una perdita netta di 533 milioni. Il
fatturato è passato dagli
8,8 miliardi del trimestre di un anno fa
agli attuali 7,8 miliardi. I volumi
generati da telefoni cellulari e
pager sono diminuiti del 29%, quelli
relativi ai microprocessori del 22%.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome