Prende il via la fase di testing di Itanium

La nuova architettura hardware Intel a 64 bit, Itanium, procede lentamente verso la definitiva fase di commercializzazione. A un mese di distanza dall’avviamento del programma "pilota", basato sulle prime prove di strada del nuovo chip, Intel …

La nuova architettura hardware Intel a 64 bit,
Itanium, procede lentamente verso la definitiva fase
di commercializzazione. A un mese di distanza
dall'avviamento del programma "pilota", basato sulle
prime prove di strada del nuovo chip, Intel ritiene di
poter contare su una ventina di macchine già in
funzione presso i maggiori clienti aziendali. Conscia
del fatto che la piattaforma non farà registrare una
domanda paragonabile a quella prevedibile per il
recentissimo Pentium 4, Intel ha scelto questa formula
di sperimentazione per il lancio di "Ia-64". I
costruttori di personal computer che partecipano al
programma sono già in grado di fornire un numero molto
limitato di prototipi pressoché definitivi da
sottoporre ai processi di valutazione da parte degli
utenti. Secondo Jason Waxman, il responsabile
marketing della piattaforma Itanium, questi
costruttori starebbero per sfornare un'altra decina di
sistemi.
Tra i primi betatester dell'atteso successore delle
architetture a 32 bit, ci sono la Wells Fargo Bank e
il prestigioso Cern, il laboratorio europeo di fisica
delle alte energie. Nel primo trimestre del 2001 Intel
prevede di raggiungere qualche centinaio di
clienti-pilota. La produzione del chip, progettato per
il mercato delle applicazioni basate
sull'accessibilità a notevoli volumi di memoria di
lavoro, dovrebbe entrare a regime entro la prima metà
del prossimo anno. Tra i costruttori, Dell ha fatto
sapere che consegnerà le prime workstation Precision
basate su Itanium all'inizio del 2001 e ne sta
verificando il funzionamento delle versioni a 64 bit
di Windows 2000 e Linux.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here