PowerPoint, organigrammi e multimedia

Per quel che riguarda PowerPoint forse pochi utenti conoscono i grafici SmartArt (sesta linguetta da sinistra nella Barra multifunzione), che offrono – tra le varie tipologie di oggetti – anche una rappresentazione gerarchica.

Questa funzione è particolarmente utile in quanto, similmente ai grafici, offre un diagramma editabile in ogni sua singola parte: una volta stabilita la corretta gerarchia e i naturali collegamenti tra le voci, è possibile modificarle nei colori e nella forma selezionando il modello preferito, tra quelli disponibili nella Barra multifunzione.

PowerPoint offre inoltre un interessante editor dei campi, posizionato sulla sinistra e richiamabile in ogni momento con un clic sull’apposita icona in alto a sinistra: l’editor offre una interattività sui dati inseriti semplice e indipendente dalla grafica, con la possibilità di variare la classificazione (più importante, meno importante) di ogni voce.

Preziosa la possibilità di esportare la presentazione sia come filmato QuickTime (per convertirla poi in un formato visualizzabile da un lettore da tavolo qualsiasi sul televisore) oppure come serie di immagini. In quest’ultimo caso c’è la possibilità, tramite iPhoto, di importare la sequenza di immagini (che PowerPoint registra in una cartella) in un Album e conseguentemente sincronizzarlo con un iPod o un iPhone, per visualizzare la presentazione direttamente sullo schermo del dispositivo portatile di Apple.

Per questa operazione PowerPoint prevede l’impiego di vari formati grafici (selezionabili dalla finestra Salva come Immagini tra PNG, JPEG, TIFF, GIF o BMP), ognuno con caratteristiche diverse, ma se l’utilizzo è proprio per un iPod/iPhone, probabilmente la scelta migliore verte sul formato PNG, che offre il miglior rapporto tra compressione e qualità.


Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome