Politica Asp in comune sulle Pmi per Microsoft e Albacom

Entro l’operativo l’accordo che prevede l’offerta congiunta di hosting, e-learning, e-commerce e portali aziendali.

Albacom e Microsoft firmano un accordo che potrebbe avere buone ripercussioni per la diffusione dell'e-business in Italia. Entro la fine dell'anno, infatti, le due società proporranno al mercato delle piccole e medie imprese un'offerta di servizi a valore aggiunto come hosting, streaming audio video, e-commerce, comunicazione e messaging corporate e portali aziendali. L'offerta sarà veicolata attraverso il canale formato dai circa mille agenti di Albacom e dai settecento partner di Microsoft. Si tratta di un'offerta Nasp (Network application service provider) tecnologica e commerciale e che usufruirà anche dei due datacenter che Albacom sta finendo di realizzare a Milano e Roma. “I due datacenter - spiega Michele Preda, amministratore delegato di Albacom - saranno operativi subito dopo l'estate. Si tratta di due strutture di cinquemila metri quadri ciascuno per le quali è previsto un investimento di ottanta miliardi in tre anni". I datacenter, ha aggiunto Preda, utilizzeranno l'infrastruttura di rete in fibra opttica di Albacom che dovrebbe raggiungere l'estensione di ottomila chilometri entro la fine del 2002, mentre l'obiettivo dell'operazione con Microsoft è di fatturare cento miliardi nei prossimi tre anni. “L'operazione - precisa Mauro Meanti, amministratore delegato di Microsoft - si inserisce nella strategia .Net e vede in Albacom un partner ideale grazie alla sua focalizzazione sull'ambiente business, la vocazione al trasporto dati, la capacità tecnologica e l'eccellente rete di business partner". Secondo l'amministratore delegato di Microsoft, infatti, ottime sinergie possono scaturire dall'incontro fra il canale di Albacom e quello di Microsoft.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome