Poca formazione e niente telelavoro per l’Ict

A sostenerlo sono i dati dell’Indagine retributiva Assintel 2003 che ha analizzato le tendenze del mercato del lavoro e le figure professionali più ricercate nel settore dell’Ict

10 giugno 2003 Le aziende Ict hanno in programma l'assunzione
di circa seicento persone nei prossimi 12 mesi, sono
refrattarie alla formazione dei dipendenti (1,5 giorni l'anno
erogati per persona) e snobbano il telelavoro utilizzato da 14 persone
su un totale di 17.034 addetti. La tredicesima edizione dell'Indagine
Retributiva Assintel 2003 fotografa così il momento dell'Ict
con una rilevazione che ha coinvolto 147 aziende, dislocate soprattutto nel nord
Italia, per un totale di oltre 17 mila addetti (di cui 15.399 dipendenti e 1.635
collaboratori), rispetto alle 110 aziende e ai circa 15mila addetti di un anno
fa. Di questi 17 mila, però, un po' meno della metà, 7.555 persone, sono state
oggetto dell'indagine i cui dati fanno riferimento al mese di gennaio 2003 e
riguardano 39 figure professionali tecniche e manageriali del settore
Ict."Da
una parte
- commenta Ignazio Rusconi Clerici,
presidente di Assintel -, non si capisce se è il lavoratore
che non richiede il telelavoro o se è l'azienda che non lo concede. Dall'altra,
le 147 aziende del campione dichiarano di aver erogato negli ultimi 12 mesi
28.716 giornate di formazione, di cui 20.160 rappresentato da corsi interni e
8.556 da corsi fruiti all'esterno. Davvero un po' pochine come investimento sul
personale. Non bisogna poi sottovalutare il dato che riguarda le previsioni di
assunzione. Se negli ultimi 12 mesi gli addetti usciti sono, infatti, stati
1.618 a fronte di 1.099 addetti assunti, per un saldo negativo di 600 persone,
non è affatto detto che queste vengano realmente assunte da qui
al prossimo anno. Già nell'indagine del 2002 le aziende che vi avevano
partecipato preannunciarono l'assunzione di 800 persone che, dati alla mano, non
si è verificata"
. In
attesa di verificare se le dichiarazioni corrispondono alla realtà dei fatti,
qualche probabilità in più di trovare lavoro dovrebbero averla
analisti e sistemisti esperti, le figure oggi
più richieste dal mercato anche se i più pagati sono responsabili
commerciali
, marketing e
vendite.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome