Più Plm per Ibm

Impegnate maggiori risorse per la gestione del ciclo di vita del prodotto. Ampliato il supporto per l’offerta di Dassault Systèmes.

Ibm prevede che il segmento Plm si espanderà oltre il singolo obiettivo costituito dalle applicazioni software di progettazione, fino a divenire una pratica imprenditoriale che porterà alla costruzione di una piattaforma comune e all’utilizzo del Web 2.0.

Normalmente un ambiente Plm tradizionale comprende fra 20 e 30 applicazioni, dagli strumenti applicativi di authoring a quelli aziendali. I prodotti vengono realizzati coordinando componenti meccaniche, software ed elettriche in un processo chiamato meccatronica. Il paradigma per la condivisione delle informazioni tra le imprese, i partner e i fornitori si baserà su una struttura orientata ai servizi nella quale la condivisione di informazioni viene semplificata, anche mediante l’utilizzo di tecnologie collaborative afferenti al mondo del Web 2.0.

Allo scopo Ibm ha annunciato che aumenterà gli investimenti e le risorse Plm offrendo ai clienti l’accesso a circa 3.000 tecnici specializzati, mediante il proprio software, i servizi e i centri di ricerca e sviluppo.

Le sue risorse versate sul Plm ora consistono in dieci centri di eccellenza globali, un centro internazionale di competenza specializzato Dassault e Ibm, un team composto da più di 2.000 consulenti ed esperti di servizi tecnologici, un gruppo di 60 esperti nel settore Plm facenti parte della sezione ricerca e sviluppo.

Ibm sta anche intensificando il proprio impegno nella vendita e nella fornitura di supporto all’offerta di software Dassault Systèmes proponendo la nuova piattaforma Dassault V6, che si articola in vari componenti, fra cui Enovia, un ambiente per la gestione di processi industriali, Catia, per l’ideazione e simulazione di un prodotto, 3Dvia Composer, per la distribuzione di materiali destinati a pubblicazioni tecniche, manuali e istruzioni di lavoro, e Delmia, un ambiente di simulazione e sviluppo dei processi per ideare e ottimizzare sistemi e processi di produzione.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome