Più libri, più liberi, più digitali

La carica dei cinquantamila visitatori delle ultime due edizioni incassa l’interesse della grande politica. Finalmente accettata l’innovazione nei contenuti e nella filiera, in particolare verso l’e-book.

E' partita la IX edizione di Più libri più liberi, la Fiera nazionale della piccola e media editoria di Roma. Dal 4 all'8 dicembre, al Palazzo dei Congressi di Roma 430 case editrici indipendenti animeranno un evento ricchissimo, con 16.000 titoli esposti, in programma oltre 300 eventi e 700 ospiti.

Anche grazie al particolare momento attuale, anche la grande politica fa presenza negli affollati saloni della cultura. Per l'inaugurazione dell'edizione 2010, che si terrà al Caffé Letterario del piano terra, è infatti atteso il Presidente della Camera Gianfranco Fini, alla presenza degli assessori alla cultura di comune, provincia e regione.

Grande spazio alle nuove tecnologie degli e-book in una serie di seminari per gli editori stessi, che devono aggiornarsi o rischiare di un ridimensionamento.

Le nuove tecnologie sono affrontate nel DigItal Café del piano interrato, suddivise tra incontri professionali di mattino e primo pomeriggi e secondo pomeriggio aperto al grande pubblico. Tra gli incontri professionali segnaliamo, tra gli altri, il 5 dicembre Dal consiglio del libraio al consiglio di Facebook, il 6 dicembre Piattaforme di e-book a confronto e Filiere che si riorganizzano e mercoledì 8 Nascere piccoli, internazionali, mobili e digitali.
Nella fascia tra le 17 e le 19, invece, si terranno incontri ad ampio respiro su tutte le nuove tecnologie. L'incontro di oggi è sull'intelligenza artificiale, con Derrick De Kerckhove.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here