Più facile gestire le guide in Photoshop

A chi si trova spesso a battagliare con le guide di Photoshop segnaliamo un'estensione gratuita che semplifica molto la loro gestione. Tale estensione si chiama GuideGuide (http://guideguide.me)
ed è compatibile con Adobe Photoshop CS5 e CS6: una volta scaricata è
sufficiente aprire l'archivio zip e fare doppio clic sul file guideguide.zxp
per procedere con l'installazione dell'estensione; l'installazione viene
eseguita automaticamente tramite l'applicazione Adobe Extension Manager, il
programma di Adobe dedicato alla gestione e all'installazione delle estensioni.

Terminata l'installazione e lanciato Photoshop è possibile
accedere alla finestra di GuideGuide selezionando l'omonima voce dal menu
Finestra > Estensioni; nel caso la voce Estensioni del menu Finestra fosse
grigia bisogna aspettare qualche secondo che Photoshop finisca di caricare
tutte le estensioni e poi riaprire il menu. L'estensione è di facilissimo e
rapidissimo utilizzo: nella finestra principale, nel tab Grid, è possibile definire le caratteristiche della
struttura a griglia e richiamare alcune funzionalità utilizzate frequentemente.

Nel tab Sets si possono invece richiamare alcune
configurazioni preferite dei parametri per la creazione delle griglie. Prima di
analizzare nel dettaglio il funzionamento dell'estensione è necessario fare una
premessa sulle logiche di funzionamento: l'estensione è in grado di lavorare
sia considerando l'intero documento, quando non c'è nessuna selezione attiva,
oppure anche di lavorare soltanto nell'area definita dalla selezione attiva.

Questo significa che è possibile creare automaticamente
guide sia all'interno dell'intero documento, sia all'interno di una ben
definita area.

Vediamo ora come possiamo utilizzare l'estensione per
velocizzare la creazione delle guide. Iniziamo a parlare dei due bottoni
situati nella parte inferiore sinistra della finestra principale: tramite
questi due bottoni è possibile creare una guida orizzontale, o verticale,
situata esattamente a metà del documento o della selezione attiva; non c'è più
bisogno di fare i conti per trovare il centro di un documento.

Sempre nella parte bassa della finestra è posizionato un
comodo bottone che serve per cancellare tutte le guide del documento con un semplice
clic del mouse. L'ultimo bottone, quello con il simbolo del +, serve a creare
un nuovo set con le impostazioni attualmente in uso.

Parlando di impostazioni, non ci resta altro che scoprire
quali sono e a che cosa servono.

Nella finestra principale sono presenti 10 campi di testo
che possono essere utilizzati per definire le caratteristiche della griglia:
partendo dall'alto abbiamo i due campi per definire la dimensione, in pixel o
in percentuale, del margine superiore e di quello inferiore; i due campi
successivi servono per definire la dimensione del margine sinistro e destro;
procedendo verso il basso troviamo i due campi dove possiamo specificare
rispettivamente il numero di colonne e il numero di righe che vogliamo creare;
troviamo poi due campi attraverso i quali possiamo definire la dimensione,
anche in questo caso in pixel o in percentuale, delle colonne e delle righe;
gli ultimi due campi invece servono per specificare la distanza fra le colonne
e le righe. Una volta definiti tutti i parametri è sufficiente fare clic sul
grosso pulsante GG posizionato nel centro della finestra dell'estensione, per
vedere comparire automaticamente tutte le guide necessarie per definire la
nostra struttura: se abbiamo sbagliato qualcosa nella definizione dei parametri
è sempre possibile tornare indietro usando la Storia, cambiare i parametri e
riprovare di nuovo. Insomma, è davvero più difficile a spiegarsi che a farsi.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome