Pirateria: un’azione della GdF a Melegnano

Un’indagine della Guardia di Finanzia porta al sequestro di un sito e all’incriminazione di quattro persone, tre delle quali minorenni.

La Compagnia della Guardia di Finanza di Melegnano rende noto di aver concluso un'operazione di contrasto alla pirateria su Internet, che ha portato al sequestro del sito “www.downrevolution.net” e all'incriminazione di quattro persone, una sola delle quali maggiorenne.

Oltre al blocco del sito, la Guardia di Finanzia ha provveduto a mettere sotto sequestro 17 computer (Desktop e Notebook), 3 Hard Disk esterni, 1 scheda di memoria, 486 tra CD-ROM e DVD ed oltre 5.700 opere illecitamente detenute.
 
Nell'arco di pochi mesi il sito, che si configurava come Forum di discussione e che consentiva agli utenti registrati, di ottenere dei link da utilizzarsi per il download di opere salvate su  cyberlockers, ubicati per la maggior parte all’estero, aveva guadagnato crescente popolarità, raggiungendo il tetto dei 29.900 utenti registrati.

Nelle diverse aree del sito, gli uomini della Guardia di Finanza hanno individuato 6.405 opere tutelate dal diritto d’autore (molte delle quali di recentissima pubblicazione o non ancora in commercio) tra file musicali, video, giochi, software e filmati vari, visionate, complessivamente 3.950.419 volte e oggetto di 487.721 download illeciti.

I responsabili dell'attività, inoltre, utilizzavano nomi di fantasia per stipulare contratti commeriali per l'esposizione di banner sul sito.

In questa fase, gli atti dell'indagine sono stati trasmessi a  B.S.A. (Business Software Alliance), la F.A.P.A.V. (Federazione AntiPirateria AudioVisiva) e l’A.E.S.V.I. (Associazione Editori Software Videoludico Italiana), con l'obiettivo di individuare correttamente i prezzi di mercato delle opere per l’applicazione delle sanzioni amministrative che si quantificano già in centinaia di migliaia di Euro.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here