Piccole imprese crescono con Lotus Foundations Start

Dal 31 luglio disponibile in Italia la piattaforma indirizzata agli studi professionali e alle aziende da 5 dipendenti in su. Comprende tool di sicurezza, di collaboration e di produttività individuale. Per permettere alle piccole imprese di concentrarsi sul business e non sulle problematiche It.

E’ stata scelta l’Italia per il lancio europeo di Lotus Foundations Start, la nuova soluzione Ibm pensata espressamente per le piccole imprese dai 5 utenti in su. A testimoniare, semmai ce ne fosse bisogno, che il tessuto imprenditoriale italiano permeato da aziende di piccolissime dimensioni, è il terreno ideale per sperimentare nuove soluzioni It.

Lotus Foundations Start – ha spiegato Davide Pannuto, Lotus Software Marketing Manager di Ibm – è il primo tassello di una strategia di più ampio respiro che abbraccia il mondo delle piccole e medie imprese”. Del resto, è stato lo stesso Ceo della corporation Sam Palmisano ad affermare che le Pmi sono destinate a diventare la maggiore fonte di ricavi per Ibm nei prossimi anni.

Tecnicamente, Lotus Foundations Start è una famiglia di software server che si possono installare da zero su una macchina priva di qualsiasi sistema operativo. E’ figlio dell’acquisizione di Net Integration Technologies, società con sede a Toronto.

Questa soluzione, come accennato, è dedicata alle piccole aziende che al loro interno non hanno una struttura It dedicata e che vogliono subito essere operativi. In effetti, in una demo, Ibm ha dimostrato come in 30 minuti si possa implementare Lotus Foundations Start: tutto quello che serve è il CD (uno solo) di installazione, il server e il relativo indirizzo IP.

Il CD contiene il core di Foundations, basato su Linux, che gestisce tutti i servizi del sistema operativo e che occupa nel complesso solo 80 MB. “Il sistema – commenta Pannuto - è “autonomico” nel senso che è in grado di gestire gli eventuali errori e procedere con l’installazione in autonomia. Tutto quello che deve fare l’utente è accettare le varie licenze di installazione”.

In pratica, trascorsi i 30 minuti per l’installazione, l’utente ha a disposizione un server con firewall, antivirus e antispam, backup e restore, gestione, servizi di directory e connettività. A ciò si aggiunge Lotus Notes e Domino per la posta elettronica e per la collaboration (ma sul lato client si può continuare a usare Outlook grazie al’installazione di un opportuno connector) e Lotus Symphony, la suite di produttività per l’ufficio che comprende un foglio elettronico, un programma di grafica e presentation e un elaboratori testi.

Lotus Foundations Start verrà venduto unicamente dai Business Partner Ibm e sarà disponibile a partire dal 31 luglio.
I possibili clienti sono ovviamente le piccole aziende e gli studi professionali che sono alla ricerca del primo server applicativo, oppure quelle aziende che vogliono sostituire soluzioni obsolete o affiancare queste soluzioni con un application server. Il vantaggio per i Business Partner è che la gestione del sistema può essere fatta da remoto.

I prezzi sono in funzione del numero di utenti serviti e, giusto per dare un esempio, per un piccolo studio professionale con 5 utenti siamo nell’ordine del migliaio di euro.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here