Per Ibm, profitti e fatturati in lieve calo

Il gigante dei servizi e dell’hardware Ibm subisce un lieve calo dei profitti nel secondo quarto fiscale confrontato con lo stesso periodo di un anno fa, nonostante un aumento dei profitti operativi su base continuativa. I risultati appena pubblicati s …

Il gigante dei servizi e dell'hardware Ibm subisce un lieve calo dei
profitti nel secondo quarto fiscale confrontato con lo stesso periodo
di un anno fa, nonostante un aumento dei profitti operativi su base
continuativa. I risultati appena pubblicati sono comunque superiori a
quelli stimati dagli analisti finanziari. I segmenti dei pc e dei
dischi rigidi appaiono deludenti, ma il financial officer John Royce
fa osservare la forte crescita del comparto Web server e il buon
andamento delle vendite di soluzioni middleware utilizzate appunto
per l'erogazione di servizi di e-business.
Nei tre mesi fino al 30 giugno International Business Machines
incassa un profitto di 1,94 miliardi di dollari, pari a un dividendo
di 1,06 dollari per azione. Lo scorso anno il risultato era stato di
2,39 miliardi tenendo tuttavia conto delle plusvalenze straordinarie
legate alla cessione della divisione Global Network. Un po'
preoccupante è il calo del fatturato, che con 21,65 miliardi perde
circa l'1% rispetto a un anno prima, ma Ibm riesce pur sempre a
superare il limite di 1 dollaro di dividendo calcolato dagli esperti
di Wall Street. Tant'è vero che nelle ore successiva all'annuncio il
titolo Ibm è salito a 104,1 dollari (un guadagno di 1,3 dollari) e a
109,5 dollari nel dopo-chiusura. Secondo Lou Gerstner, amministratore
delegato del gruppo, Ibm ha avuto "tre trimestri di lenta crescita
dei fatturati dovuta a una combinazione di fattori tipica del dopo
Anno 2000". "Ma siamo lo stesso riusciti a ottenere un soddisfacente
aumento dei profitti", conclude il Ceo. Restano i sintomi non
incoraggianti della divisione Pc, che ha perso 69 milioni di dollari,
anche se questo dato è nettamente migliore rispetto alle perdite
fatte registrare nel primo quarto. Ora Big Blue punta molto sui nuovi
desktop NetVista e sui portatili Thinkpad. A livello geografico, i
fatturati perdono il 3 e il 9% nelle Americhe e in Europa, ma
aumentano del 20% in Asia-Pacifico. Il bilancio semestrale 2000 è di
3,46 miliardi di margine su 41 di fatturato.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here