Pec, capirla e usarla

Nata per agevolare la Pa, la Posta Elettronica Certificata sta conquistando altri comparti. Cosa è realmente? Chi la dovrebbe usare, e come? Alcuni suggerimenti da Sun e Babel.

Attraverso l'emanazione del Dps 11 febbraio 2005, n. 68, volto a disciplinare le modalità di utilizzo della Posta Elettronica Certificata, non solo nei rapporti con la Pa ma anche tra privati cittadini, ed il Dm del 2 Novembre 2005, contenente i requisiti tecnico-funzionali che devono essere rispettati dalle piattaforme utilizzate per erogare il servizio, ha ottenuto il riconoscimento del valore giuridico della Posta Elettronica Certificata (Pec).

In tal modo, la Pec si inserisce in un insieme di interventi orientati allo sviluppo della società dell'informazione (Codice dell'Amministrazione Digitale). E a differenza della tradizionale posta elettronica, garantisce certezza ed opponibilità a terzi dell'identità del mittente, certezza dell'invio e della ricezione del messaggio con relative data e ora, integrità e riservatezza dei contenuti.

I principali benefici derivanti dall'utilizzo di tale sistema di comunicazione si possono riassumere principalmente nella facilità di adozione dello strumento da parte degli utenti, nella riduzione dei flussi cartacei e dei relativi costi di gestione (archiviazione e ricerca) ed in una maggiore efficienza, rapidità e trasparenza nella comunicazione tra Amministrazioni, Aziende e cittadini.

Secondo i dati forniti da AssoCertificatori, nel 2006 in Italia sono state ordinate e attivate circa 525.000 caselle, mentre secondo il Cnipa, i domini attivati dal marzo 2006 al febbraio 2007 sono cresciuti del 112%.

La domanda arriva soprattutto dalla Pa, dal mondo della finanza e del credito e dagli Internet provider, che possono offrire caselle di Pec sottoforma di servizio. Il 78% delle Pa hanno pubblicato i loro indirizzi Posta Elettronica Certificata; in questo settore infatti, la Pec è particolarmente utile, perché consente la sostituzione della raccomandata, favorendo l'interazione tra Pa e cittadino, alleggerendo l'aspetto burocratico, accorciando i tempi di attesa, dando certezza sul mittente e garantendone la tracciabilità.

Anche il mercato della Pec per le imprese è cresciuto: rispetto al 2006, secondo il Cnipa, la domanda di attivazione di queste soluzioni da parte delle aziende è cresciuta del 150%.

In questo contesto sono interessanti i risultati emersi dall'attività svolta dall'“Osservatorio sulla Posta Elettronica” promosso da Babel, system integrator del gruppo Par-Tec. L'Osservatorio conduce annualmente un'indagine sullo stato della posta elettronica nelle imprese italiane e nell'edizione 2007 ha avuto come tema centrale proprio quello della Pec.

Dall'indagine, condotta su oltre 1.000 tra aziende e Pubbliche amministrazioni, è emerso che gli intervistati ritengono la Pec uno strumento strategico per il loro business, evidenziandone numerosi vantaggi: innanzi tutto una riduzione dei tempi di attesa, grazie ad uno snellimento delle pratiche burocratiche di consegna del documento, la certificazione dell'avvenuta consegna dei documenti inviati e la loro tracciabilità, una maggiore sicurezza informatica in termini di antispam e antivirus, la possibilità di scambio di documenti in qualsiasi momento, non solo tra individui, ma anche tra applicazioni, attraverso il sistema della ricevuta.

Sul fronte Pec, Sun è impegnata, sin dalle prime fasi di sperimentazione avviate dal Cnipa nel 2001, nella realizzazione e nella commercializzazione di una soluzione chiavi in mano. La collaborazione con Babel, sviluppatasi in questi anni sul tema specifico, ha confermato il ruolo della società come partner strategico per proporre e supportare professionalmente sul mercato tale solzuone.

Sun e Babel si rivolgono sia alle amministrazioni e alle aziende che intendono realizzare in casa un proprio sistema di Pec, sia agli Internet provider che decidono di offrire le caselle di Pec sotto forma di servizio con qualità, costi e Sla competitivi.

La soluzione di Sun trova fondamento in Solaris e sfrutta le caratteristiche di scalabilità della suite software Sun Java Enterprise System (Java Es), che ha l'obiettivo di offrire il software a costi fissi e predicibili, non legati al numero degli utenti. La soluzione si presenta come uno stack software integrato ed integrabile (open standard). Tutto si traduce, per il gestore di Pec, in tempi di implementazione brevi ed in una maggiore economicità di gestione.

La soluzione di Sun presenta un plus nel consentire, senza costi aggiuntivi, di amministrare contemporaneamente, attraverso un'unica interfaccia grafica disponibile anche tramite Web, sia domini di posta certificata sia domini di posta tradizionale, garantendo la scalabilità del sistema al crescere delle esigenze dell'azienda e, allo stesso tempo, la totale protezione dell'investimento tecnologico iniziale.

La realizzazione di un sistema di Pec ex-novo richiede circa 5 settimane; questo è il tempo in media necessario per predisporre una infrastruttura collaudata e pronta a confrontarsi con i test d'interoperabilità da attuare presso il Cnipa.
Sun assiste quanti adottano la sua soluzione fino all'avvenuta iscrizione presso l'Indice dei Gestori Cnipa e garantisce il supporto unico nel raggiungimento e nel mantenimento dell'interoperabilità con gli altri gestori.

Nello specifico, Sun propone una soluzione end-to-end che comprende hardware (Sparc o x86), sistema operativo (Solaris o Linux) , middleware Java Enterprise System, servizi professionali e manutenzione.
Va sottolineata la possibilità per il gestore di sottoscrivere un licensing della soluzione che permette di avere di un numero di caselle di posta (certificate o meno) illimitato, attraverso il pagamento di un canone annuale, calcolato in base al numero di dipendenti dell'azienda o dell'amministrazione.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here