Pc: Europa batte Usa 72 a 67

Secondo Gartner per la prima volta nel 2005 le vendite sul mercato europeo hanno superato quelle registrate su quello statunitense. Merito, soprattutto, del consumer.

Secondo i dati preliminari rilasciati in giornata da
Gartner
, per la prima volta nel 2005 le vendite di pc sul
mercato Emea hanno superato quelle messe a segno negli Stati
Uniti
.

Un sorpasso netto, sostiene Gartner: 72,6 milioni
di unità contro i 67,2 dell'area statunitense.
L'area Emea, dunque,
è riuscita nel corso del 1005 a mettere a segno una crescita di oltre il 17% in
termini di unità vendute, aggiudicandosi una quota di mercato superiore al
33%.
Decisamente più conservative le cifre registrate sul mercato
nordamericano: una crescita del 7,5% porta la regione a una quota di mercato del
30,7%.
Tassi di crescita ancora superiori (+26%) vengono registrati da Asia e
America latina, che chiudono l'anno con share rispettivamente del 19,6 e del
6,7%.

La regione Emea, secondo Gartner, è riuscita a mettere a segno un
quartro trimestre più che positivo, grazie anche alla forte domanda da
parte del mercato consumer.
Più lento, soprattutto all'inizio, il
mercato business, che ha però preso velocità proprio in chiusura di
anno.

Quanto alla classifica dei fornitori, l'Europa
premia
Hp, prima sull'anno con 11,5 milioni di unità (corrispondenti a
una share del 15,9%) e prima nel trimestre con oltre tre milioni di macchine
consegnate.
Seconda Dell, con una share dell'11,6% e quasi
8,5 milioni di unità nell'anno, mentre al terzo posto si classifica
Acer
, con 6,5 milioni di pezzi e una share del 9%.
Anche sul mercato
europeo, Acer mantiene il palmares di azienda con il più alto tasso di
crescita.

Manca, nella classifica dei primi cinque fornitori europei,
Lenovo, secondo Gartner penalizzata in questo momento
dall'assenza dal mercato consumer e da una certa mancanza di competitività sul
fronte business.
Crescono invece significativamente Fujitsu Siemens e
Nec
(soprattutto quest'ultima), che dunque si posizionano
rispettivamente al quarto e quinto posto.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here